Archive for  Marzo 2016

Home / Marzo 2016
2 Posts
luoghi interesse madrid

Hola y bienvenido a Spagnatour, il blog in Italiano sulla Spagna, scritto da una spagnola di Granada.

In questo articolo ti aiuterò a decidere cosa vedere a Madrid, la capitale della Spagna.

Con 3.165.235 abitanti, Madrid è la città spagnola più popolata di tutta la Spagna.

cosa vedere a Madrid

Secondo le statistiche, Madrid è la quarta città più ricca dell’Europa (dopo Londra, Parigi e Mosca) e l’ottava in tutto il mondo con il maggior numero di multinazionali (dopo Pechino ma prima di Parigi, New York e Dubai).

Situata nel centro del paese, Madrid e facilmente raggiungibile da qualsiasi parte del paese ed è collegata con le principali città spagnole.

Essendo capitale dello Stato spagnolo, a Madrid si trovano le sedi del governo, i ministeri, le corti e le residenze ufficiali sia dei Re della Spagna sia del presidente del governo.

E’ anche sede di influenti centri culturali e musei importantissimi in ambito internazionale.

Una città da vedere senz’ombra di dubbio e forse il punto di partenza ideale per un bel tour di tutta la Spagna.

Storia e Clima di Madrid

Le origini della città risalgono dai Carpetanos, i popoli preromani che abitavano la Penisola Iberica.

Durante l’epoca Romana, il territorio dell’attuale Madrid formava parte dell’area Tarraconense (l’attuale Tarragona in Catalogna) che i Romani avevano conquistato durante le guerre puniche.

Dopo i Romani e i Visigoti, arrivarono i Musulmani che nel 711 avevano già conquistato gran parte della Penisola Iberica.

Nella loro epoca, gli arabi costruirono una fortezza allo stile andaluso chiamata Hisn, che in seguito diventerà l’alcazar cristiano con l’arrivo dei Re Cattolici per poi trasformarsi nell’attuale Palazzo Reale.

Durante l’epoca musulmana, Madrid apparteneva al Regno Taifa di Toledo: in questo periodo si costruirono le mure.

L’attuale Calle Mayor (una delle vie principali della città) era già diventata la strada principale dove si trovava la moschea.

Nel 1085, col arrivo di Alfonso VI de León y Castilla, il regno Taifa di Toledo sparisce e la città di Madrid passa a formare parte del Regno di Castiglia.

I cristiani occuparono il centro della città confinando i musulmani nella periferia, quartieri chiamati arrabales.

Anche gli ebrei vennero spostati nei quartieri periferici conosciuti come Judería, oggi trasformato nel famoso quartiere di Lavapiés.

Nel 1212 i cristiani sconfissero completamente alla popolazione musulmana espellendola dalla Penisola e prendendo il potere.

Successivamente,  a Madrid si insediò la corte del regno e la città cominciò a crescere continuamente per potersi paragonare alle altre capitali europee: in questo periodo si costruirono numerosi parchi, fontane, ponti, ospedali, palazzi per la ricerca scientifica…. etc.

metro di madrid Nei primi anni del XX secolo Madrid raggiunse il milione di abitanti.

In questo steso periodo si creò la Gran Vía de Madrid e si aprì la metro.

 

Durante la Guerra Civile Spagnola, Madrid subì numerosi bombardamenti aerei, sparatorie… e la città fu avvolta dal caos.

Dopo la morte del dittatore Franco, Madrid fu lo scenario principale della transizione politica verso la democrazia attuale.

Oggi Madrid è una capitale all’altezza delle più grandi capitali europee ed è una città bellissima che ti offre tutto il meglio per una vacanza indimenticabile.

Sei pronto a scoprire la capitale della Spagna con Spagnatour?

Allora tra poco ti aiuterò a decidere cosa vedere a Madrid durante la tua visita in Spagna.

Per quanto riguarda il clima, gli inverni sono freddi con una temperatura media è di 6 °C con picchi verso il basso intorno agli 0°C, mentre le estati sono calde e secche, potendo arrivare tranquillamente ai 35-40°C.

Il periodo migliore per visitare Madrid dal punto di vista climatico è la Primavera e l’Autunno.

Come arrivare a Madrid

L’aeroporto Madrid-Barajas è l’aeroporto più grande e importante della Spagna e si trova soltanto a 13 km dal centro della città.

Tra i primi cinque aeroporti d’Europa, è il punto di collegamento tra il continente europeo e l’America Latina.

Dall’Italia ci sono voli diretti dalle principali città come Roma, Bologna, Milano, Torino, Firenze, Pisa, Verona, Napoli, Palermo, Catania e Cagliari.

Madrid è il centro della rete di comunicazioni della penisola.

Dalla capitale partono le principali vie di comunicazione verso il resto del paese e l’Europa.

Dall’aeroporto al centro città si può arrivare con la metro (prendendo la linea 8).

La stazione della metro si trova all’interno dell’aeroporto. Ci sono anche diversi servizi pullman che ti portano al centro città oppure con i taxi.

Per quanto riguarda i treni, Madrid è anche il nodo centrale della rete ferroviaria spagnola. 

Renfe è la compagnia che gestisce tutti i servizi, sia quelli di treni regionali sia quelli internazionali a lunga percorrenza.

La rete stradale per arrivare alla capitale spagnola è formata da autostrade e superstrade la maggior parte gratuite che collegano Madrid con il resto della Spagna.

Qualunque sia il modo per arrivare a Madrid, la cosa veramente importante è sfruttare al meglio il tempo per poter fare un bel giretto nella capitale spagnola.

Per te ho preparato la guida cosa vedere a Madrid differenziando il tour a seconda dei giorni disponibili.

Cosa vedere a Madrid in 2 giorni

Scegliere bene cosa vedere a Madrid in 2 giorni non è affatto facile perché dovrai visitare le principali attrazioni in fretta e questo non è il vero spirito di Spagnatour, ma ovviamente le esigenze di ognuno cambiano.

Se proprio non puoi dedicare più giorni alla visita di Madrid, queste sono le cose imperdibili.

1. Museo Nacional del Prado:  una delle pinacoteche più grandi e importanti al mondo e anche una delle più visitate.

A differenza del Louvre di Parigi e della National Gallery di Londra, El Prado è una collezione privata di arte creata per diversi re Spagnoli.

Ci sono delle opere di arte di Velazquez, Goya, El Greco, Tiziano, Rubens, El Bosco tra tanti altri.

Ovviamente, per visitarlo tutto e bene serve una giornata intera o quanto meno una mattinata.

Vicini al Prado, si trovano gli altri due musei di arte per eccellenza: Museo Thyssen ed il Museo Nacional Reina Sofia che insieme al Prado creano quello che si conosce come il Triangolo dell’arte.

2. Palazzo Reale (Palacio Real) anche conosciuto come Palazzo d’Oriente.

Non farti ingannare dal nome, dovrebbe essere la residenza ufficiale della corona spagnola, ma in verità la famiglia reale abita nel Palazzo della Zarzuela.

Il Palazzo Reale infatti viene usato soltanto per atti ufficiali di Stato.

monumenti madrid

Con più di 3400 stanze, è il palazzo più grande di tutta l’Europa Occidentale (più grande sia di Buckingham Palace sia della Reggia di Versalles).

Al suo interno c’è un importante patrimonio storico – artistico con importanti collezioni di dipinti, sculture, tappezzeria e di strumenti musicali: non perderti il magnifico Stradivarius palatinos.

Il palazzo fu costruito per ordine del Re Felipe V nel 1738 sulla base dell’antico Alcazar (una fortezza musulmana del IX secolo) distrutto in un grande incendio quattro anni prima.

L’interno dell’Alcazar era decorato con opere di Velazquez.

3. La Cattedrale dell’Almudena, il tempio più importante della città e l’unica chiesa del paese consacrata da un papa (Giovanni Paolo II la consacrò nel 1993).

4. Piazza di Oriente e Giardini di Sabatini che si trovano di fronte al Palazzo Reale costruiti nel 1930.

5. Il Tempio di Debodun monumento funerario di origine Egiziane che l’Egitto diede alla Spagna come regalo nel 1920.

attrazioni a Madrid

 

Il tempio è dedicato al Dio Amon e alla Dea Isis.

E’ veramente un posto imperdibile, soprattutto al tramonto.

6. Plaza Mayor (Piazza Maggiore).

attrazioni da vedere a madrid

Questa piazza è da sempre il centro nevralgico della città ed oggi è un punto eccezionale per mangiare in una delle belle e numerose terrazze.

Anche se preferisci un pranzo al più puro stile Spagnolo, con una gran varietà e qualità devi andare al Mercado de San Miguel.

7. Puerta del Sol, cioè la Porta del Sole, più che una porta è una delle piazze più importante di Madrid dove si trova la statua dell’Orso e del Corbezzolo, simbolo della città.

simbolo di madrid

 

Questa piazza è una delle più famose per tante ragioni: rappresenta infatti il Km 0 della rete stradale della Spagna, quindi è il punto più centrico del paese per questo usata per gli eventi nazionali più importanti dell’intera Spagna.

8. Fuente de Cibeles, la fontana famosa in tutto il mondo per essere lo scenario dei festeggiamenti del Real Madrid (che come ben sapete vince di frequente eheh).

Alle spalle della fontana si trova il palazzo della posta di Madrid conosciuto come Correos. 

9. La Puerta de Alcalá, una delle cinque antiche porte di entrata alla antica città. Oggi è la protagonista non solo di tante cartine della città ma anche di una delle canzone spagnole più famose di Ana Belén y Victor Manuel. 

10. El Parque de El RetiroQuesto parco con 125 ettari e più di 15.000 alberi è uno dei principali polmoni di Madrid.

cosa vedere a madrid

Nel suo interno troviamo l’Estanque Grande, cioè un lago artificiale dove affittare una barca a remi,e due palazzi, el Palacio Velázquez e il Palacio de Cristal, cioè palazzo di cristallo.

Entrambi sono utilizzati come sala di esposizione.

Se visitate Madrid durante un weekend, la domenica vi consiglio fortemente di farvi una passeggiata nel Rastro de Madrid, cioè il mercato più grande e antico della città, con più di 400 anni di storia e dove puoi trovare di tutto e di più.

Per vivere la visita a Madrid nel puro stile spagnolo, non c’è niente di meglio che ir de Tapas! 

Il quartiere più emblematico di tutta la città per questo è La Latina cioè dove si trova il mercato del Rastro.

Cosa vedere a Madrid in 3 giorni

Decidere cosa vedere a Madrid in 3 giorni non è facile, ma comunque sia 3 intere giornate è il minimo indispensabile per una visita tranquilla alla capitale Spagnola.

Oltre ai posti che ho già citato prima, in questa terza giornata aggiuntiva potrai visitare:

1. Plaza España (Piazza di Spagna) è una della piazze più centriche della città.

Nel centro di questa piazza c’è un monumento  in memoria di Miguel de Cervantes Saavedra, lo scrittore spagnolo più famoso, autore di Don Chisciotte della Mancia.

Infatti davanti a questo monumento si trovano le sculture in bronzo dei protagonisti di questa meravigliosa opera letteraria famosa in tutto il mondo.

2. Museo del Jamón: il paradiso del prosciutto dove troverete tutti i tipi di questa squisita prelibatezza spagnola. 

prodotti tipici madrid

 

Ci sono diversi negozi in tutta la città, ma i principali si trovano in Gran Via, Paseo del Prado e Calle Alcalá

3. Museo Archeologico di Madrid: museo molto interessante, tra le tante cose trovi pure un percorso tematico sull’archeologia della morte per capire il transito nell’aldilà.

4. Museo di Cera dove farsi una foto con i personaggi famosi sarà possibile! 

5. La Rana della fortuna: 

luoghi interesse Madrid

Una statua di 5 metri di altezza e più di 2 tonnellate di peso, simbolo della fortuna e la prosperità.

Si trova davanti al museo di cera, quindi una visita a questa simpatica rana penso valga la pena, anche perché in teoria è una opera temporale e chissà quanto tempo rimarrà in città.

Dopo una giornata di visite e camminate per la città, vi consiglio di andare al Círculo de Bellas Artes dove potrete salire (con l’acquisto del ticket) alla bellissima terrazza per bere qualcosa.

Vi assicuro che le viste della città da lì sono mozzafiato.

Cosa vedere a Madrid in 4 giorni

Da tutte le cose da vedere a Madrid in 4 giorni, oltre a quelle citate anteriormente ci sono:

1. Museo di America dove si impara conoscere sulla cultura Inca, Azteca e Maya durante l’epoca coloniale spagnola in latino america.

Il tesoro dei Quimbaya (una tribù precolombiana) è forse il motivo principale per la sua visita.

La domenica è gratis.

2.  Teatro Real: Situato nella Piazza di Oriente, di fronte al Palazzo Reale. E’ uno dei monumenti più emblematici della città e se vi piace l’opera, è il posto giusto per andare.

3. Plaza de Castilla (Piazza Castiglia).

Questa piazza, situata al nord della città, è traversata per il Paseo de la Castellana che attraversa la città di nord a sud.

4. Torres Kio o Puerta de Europa, due torre gemelle nel centro finanziario della capitale, simbolo della causante crisi Spagnola.

punti di interesse a Madrid

 

Cosa vedere a Madrid in 5 giorni

Decidere cosa vedere a Madrid in 5 giorni sarà facile! Oltre alle cose che ho già scritto prima io aggiungerei soltanto:

1. Monastero dell’Escorial e la Valle dei Caduti: Complesso monumentale di immensa importanza nella storia della Spagna, situato nel paese di San Lorenzo del Escorial (al nord della provincia, a una cinquantina di chilometri da Madrid).

Per arrivare se non ne hai la macchina, puoi prendere il treno dalla stazione di Atochaoppure il autobus e in meno di un’ora sarai a destinazione.

 

monumenti da vedere a Madrid Il Monastero dell’Escorial, del XI-XII secolo, è stato dichiarato Patrimonio dell’Umanità dell’Unesco in 1984.

Fu costruito in onore di San Lorenzo ed era stato concepito come residenza e pantheon dei Re di Spagna. In fatti Carlos V è stato sepolto lì.

All’interno del monastero ci sono 2000 stanze, 16 cortili e 88 fontane e il tutto è stato decorato con delle opere dei maestri dell’epoca: Velazquez, Goya, Tiziano, El Greco…

Luoghi di interesse MadridLa Valle dei Caduti (el Valle de los Caídos) deve il suo nome a tutti i prigionieri della Guerra Civile Spagnola, dato che sono stati loro a costruire questa opera di arte.

Fu ordinata a costruire per il dittatore Francisco Franco (tra il 1945-1958) per la sepoltura del fondatore della Falange Spagnola.

Oggi si trovano sepolti lì Franco, Primo di Rivera e altri circa 34000 combattenti della Guerra Civile Spagnola.

Il monumento ha la croce cristiana più grande al mondo (150 m di altezza per 260 m di lunghezza) avvistata a più di 40 km di distanza.

 

2. Casa de Campo de Madrid: il parco pubblico più grande della città.

E’ cinque volte più grande che il Central Park di New York ma per visitarlo tutto potete prendere il teleferico.

 

C’e anche un zoo e un parco giochi all’interno di questo parco altro che belli ristoranti accanto ad un gran lago!

Il posto giusto per passare una giornata fuori dal caos della città!

Cosa vedere a Madrid in una settimana

Hai una settimana di tempo per visitare la capitale della Spagna?

Perfetto, perché non solo potrai conoscere Madrid nel miglior dei modi ma anche visitare posti vicini incredibili come la città di Toledo che si trova a soltanto mezz’ora di treno da Madrid.

Una cittadina incantevole piena di storia e bellezza.

Leggi anche: cosa vedere a Toledo

Da tutte le cose da vedere a Madrid in una settimana oltre alle già citate credo che una passeggiata per il quartiere di Chueca vale la pena anche perché li si trova:

1.  Mercado de San Antón, simile al Mercado de San Miguel per cui è un posto ideale per assaggiare la gastronomia tipica della città.

2. Jardín Secreto de Salvador Bachiller, un posto veramente magico, specialmente per prendere un te o caffè con dei dolci squisiti nel pomeriggio…

luoghi interessanti a madrid

Si trova nel centro della città, vicino a Gran Via, e l’atmosfera è talmente speciale che ti sembrerà di essere in una favola.

3. Stadio Santiago Bernabeu: lo stadio della squadra di calcio del Real Madrid. Il posto perfetto per gli amanti del calcio.

Dopo tutti questi giorni intensi visitando la capitale di Spagna, è più che comprensibile se vuoi passare una giornata lontano dalla città facendo qualcosa di diverso.

Ovviamente potresti optare per un circuito benessere ed un massaggio rilassante in spa: a Madrid ci sono migliaia di questi luoghi rilassanti, basta chiedere nella reception del tuo albergo.

Io personalmente conosco Hamman Al Andalus (della cultura arabe) e Fariolen (cultura orientale) ma potrai scegliere quello più interessante per te.

Se invece cerchi un luna park, il mio consiglio è quello di andare al Parco Warner, anche se si trova a una ventina di km da Madrid.

Di sicuro ti piacerà, specialmente se hai dei bimbi con te perché questo parco giochi è meglio per le famiglie che quello della casa de campo.

Cosa Vedere a Madrid: Considerazioni finali

Madrid, la capitale della Spagna, merita una visita preferibilmente di poco più di un semplice weekend per poter vivere al meglio la città.

E non c’è modo migliore di iniziare la giornata che con una colazione al più puro stile spagnolo: churros con chocolate!

Madrid è anche famosa per questo e per le sue Porras (un’altra tiplogia di churros).

Uno dei posti più famosi della città dove mangiarli è Churreria San Ginés.

La sera prima di cena andare a prendere delle tapas a modo di aperitivo italiano, non è solo cultura spagnola ma anche un rituale. Quindi, se sei a Madrid e vuoi vivere la città al meglio…. ti tocca pure a te!

Nella capitale, una delle cose più tipiche quando si va di tapas, è quella di prendersi un Vermut in una delle numerose tabernas antiguas della città.

bar da vedere a madrid

Ma capisco pure che dopo una paio di giorni che fai las tapas, ti piaccia l’idea di un cambio, magari una cena un po’ più squisita, giusto?

Allora il posto ideale per una notte diversa con cena di 6 stelle Michelin e opzione a spettacolo, è La Platea, il centro di ozio gastronomico più grande di Europa distribuito in 6000 m² e due piani.

Su cosa mangiare a Madrid e tutti i piatti più tipici della città scriverò un articolo in breve perché la gastronomia di un posto è molto importante nella ottica di Spagnatour.

Per quanto riguarda gli spettacoli serali, puoi prendere parte ad uno di Flamenco, la famosa danza gitana famosa in tutto il mondo.

E ricorda che uno dei modi migliori per finire una bella serata è con una buona “copa” cioè un combinato di alcool e bibita.

Uno dei più famosi è il Cubalibre (rum coca-cola) e il posto migliore per las copas è la calle Huertas.

Bene, adesso che hai tutti i consigli necessari per visitare Madrid nel modo migliore solo ti resta decidere quando andare.

Spero ti sia piaciuto l’articolo, condividilo, a te non costa niente, a me mi riempe di gioia 🙂

Ricorda che puoi condividere con i tuoi amici e così lo spirito di Spagnatour si espanderà ovunque

Gracias y buen viaje amigo!

Marta 🙂

 

cosa veder a Murcia

Benvenuto su Spagnatour, il blog in italiano sulla Spagna, scritto da me, una spagnola nata a Granada e guida turistica ufficiale.

In questo articolo vedremo cosa vedere a Murcia. 

Se sei capitato su questo articolo, probabilmente stai pianificando il tuo prossimo viaggio verso il mio bellissimo paese, giusto?

Allora, no te preocupes, perché qui troverai tutta l’informazione necessaria per poter sfruttare al meglio la tua prossima visita a Murcia.

Murciasituata al sudest della Spagna sulle rive del fiume Segura, è popolarmente conosciuta come l’orto dell’Europa, perché da molti anni ormai basa la sua economia sull’esportazione di frutta e verdura verso tutti i paesi europei, specialmente quelli nordici.

cosa vedere a Murcia

Ad oggi, la città è abitata da circa 440.000 abitanti.

Oltre all’agricoltura, Murcia sta investendo risorse per lo sviluppo del settore dei servizi terziari come il turismo e il la crescita della sua università che ogni anno attrae a migliaia di studenti da tutta la Spagna e non solo.

Trovandosi a soli 40 km dal mare (Mar Mediterraneo), le zone circostanti sono formate da numerose cittadine costiere molto belle e piacevoli dove trascorrere qualche giorno di vacanza.

Murcia non è una meta molto popolare tra gli italiani in vacanza in Spagna, tuttavia la meta merita una visita perché qui potrai vedere la Spagna più autentica meno invasa dal turismo di massa.

Leggi anche: cosa vedere in Andalusia

Storia e clima di Murcia

Iniziamo questo tour virtuale di Murcia con alcuni cenni storici. E’ importante conoscere la storia delle città che si visitano così da semplice turista ti trasformerai in vero viaggiatore.

Le origini della città non sono conosciute, non si sa molto ma sicuramente sia i Cartaginesi che i Romani vissero durante l’epoca imperiale facendo di Murcia una importante città commerciale.

In seguito, furono gli arabi di Al-Andalus a migliorare e ampliare la la già esistente rete idrica, facendo diventare la città il centro di produzione agraria più importante dell’epoca.

A partire dal 1224 Murcia fu capitale di una Taifa indipendente finché nel 1243 venne conquistata da Alfonso di Castiglia (futuro Alfonso X Il Saggio) che la aggiunse al Regno Cristiano.

Come già succedeva in altre città spagnole, Murcia aveva tre grandi popoli che vivevano in armonia (cristiani, musulmani ed ebrei).

Durante il regno di Alfonso X Il Saggio, Murcia diventò una delle tre capitali (assieme a Toledo e Siviglia)della corte reale.

Granada, città frontiera nella parte più orientale ancora sotto il dominio musulmano Nasride, continuava a minacciare la città di Murcia sotto la Corona di Castiglia.

Leggi anche: cosa vedere a Granada

Alla fine il regno di Granada non sconfisse mai le truppe di Murcia e la città divenne residenza e base delle operazione militari usate dai Re Cattolici contro Granada.

Oggi, la città di Murcia è cresciuta esponenzialmente diventano una delle 10 città più grandi di tutta la Spagna .

Per quanto riguarda il clima, Murcia ha un clima mediterraneo secco dove le piogge si concentrano nei periodi più freddi dell’anno.

La temperatura media annua è di 18,6°C, con inverni non molto freddi (tra i 4°C e 16°C) ed estati calde (tra i 21°C e 34°C).

A volte ci sono in estate si  raggiungono i 40°C mentre in inverno le temperature scendono sotto lo zero.

Per questo motivo, ti sconsiglio di visitare Murcia durante i mesi Agosto e Gennaio.

Come arrivare a Murcia

Murcia non è purtroppo ben collegata con l’Italia: la città non ha un aeroporto, il più vicino è quello di San Javier a 45 km da Murcia ma non è collegato all’Italia.

Il modo più rapido è quello di atterrare ad Alicante situato a 70 km da Murcia.

L’aeroporto di Alicante ha voli diretti da Roma, Bologna e Milano con Ryanair e Vueling.

Murcia è ben collegata via autobus con le principali città della Spagna:

  • Con Alicante e Valencia, tramite la compagnia di autobus Alsa.
  • Con Granada, Sevilla e Cordoba, tramite la compagnia, Alsina-Graells.
  • Con Madrid, Almeria, Malaga e Barcelona, tramite Enatcar.

Per sapere gli orari e prezzo del autobus visita www.alsa.es  (visto che tutte e 3 compagnie di autobus appartengono alla multinazionale Alsa), mentre per gli orari del treno visita www.renfe.com.

Puoi raggiungere Murcia via auto da Madrid prendendo l’autostrada A30 oppure da Valencia e dall’Andalusia con l’autostrada A7.

Vediamo ora le principali attrative di Murcia

Cosa vedere a Murcia: le principale attrazioni

Decidere cosa vedere a Murcia non è molto facile perché è una città con molti monumenti e luoghi d’interesse, cercherò di farti una lista delle attrazioni più importanti da visitare così da ottimizzare la tua vacanza in Spagna.

Iniziamo la nostra visita virtuale della città di Murcia dalla Plaza Begulla, nel centro storico dove si trova la Cattedrale.

cosa vedere a Murcia

Chiamata Catedral de Santa María, fu costruita sulle base di una antica moschea nel XV secolo: la moschea presenta diversi stili anche se quello predominante è lo stile gotico.

Una delle caratteristiche più notevoli di questa cattedrale è il campanile più alto della Spagna dopo quello della Giralda de Sevilla.

Leggi anche: Cosa vedere a Siviglia.  

All’interno della cattedrale, nella cappella maggiore, troviamo all’interno di un’urna le reliquie di Re Alfonso X Il Saggio.

A pochi metri dalla Cattedrale troviamo il famoso piazzale chiamato La Glorieta, luogo circondato da bellissimi giardini dove troviamo la sede del comune.

La Glorieta è da sempre il centro nevralgico della città: qui vicino troviamo il Puente Viejocioè il ponte più antico di tutta la città costruito interamente in pietra sul fiume Segura..

Ovviamente le somiglianze con il famoso ponte di Firenze si fermano al nome, ma il Puente Viejo di Murcia o Puente de los Peligros (dei pericoli)rimane comunque una cosa da vedere durante una visita a Murcia.

Il ponte è conosciuto così perché nella parte sud si trova l’immagine della Madonna dei Pericoli, molto venerata dai Murciani.

Un altro ponte molto caratteristico di Murcia è quello di Vistabella, realizzato con tubi metallici e con il pavimento interamente di vetro.

Tra la cattedrale e la glorieta si trova il Mercado de Verónicas, il mercato centrale della città molto bello ed interessante da visitare.

Il centro di Murcia rispecchiail modello classico di centro storico formato da piccoli vicoli irregolari, caratteristica che rivela l’antico dominio arabo in questa regione.

Due delle strade più belle del centro storico sono, la Calle Platería e la Calle Trapería:  quest’ultima è la via principale e la più importante del centro dato che collega la Plaza de la Cruz (che si trova alle spalle della cattedrale) con Plaza de Santo Domingo (punto di incontro popolari per i Murciani).

In questa zona troviamo  diversi palazzi importanti come il Palacio Almodovar o Il Convento de Santo Domingo).

Precisamente nella strada Trapería, si trova uno dei palazzi più emblematici della città, il Casino Reale di Murcia, fondato nel 1847 e considerato nella categoria dei Monumenti di Interesse Culturalecosa vedere a Murcia

Una visita al Casino sarà come un viaggio nel tempo perché dal suo cortile interno, ispirato nelle costruzioni musulmane tipiche dell’Alhambra, passerai per un altro cortile in stile Romano, un salone in puro stile barocco fino ad arrivare a un’immensa biblioteca tipica Inglese.

Veramente è un posto da non perdere!

Legge anche: Cosa vedere a Granada

Alla fine della strada Traperías e accanto alla Plaza Santo Domingo si trova il Teatro Romea.

Un’altra cosa da vedere a Murcia, dato il suo valore storico-artistico, è il Monasterio de Santa Clara, un vero gioiello che si trova dietro al Teatro Romea.

Nella parte ovest della città, non molto lontano dal centro storico, si trova il Paseo del Malecón o Huerto de los Cipreses, un’antica muraglia di difesa contro le alluvioni del fiume Segura oggi trasformato in via pedonale.

A differenza di quello cubano, il Malecón è rivolto verso all’Huerta, cioè tutta la zona verde destinata al coltivazione.

Una bella passeggiata rilassante fuori della caos del centro città.

cosa vedere a Murcia

Se non vuoi perderti nemmeno un metro dell’ Huerta de Murcia, vai alla Contraparada, a una decina di kilometri dal Malecón, dove iniziare la tua passeggiata.

Dopo tutta la giornata passata a visitare Murcia, non c’è niente meglio di una bella fermata per prendere delle buone tapas, sempre accompagnate di un buon vino o cervecita.

I migliori bar de tapas di tutta la città si trovano sia alla Plaza de las Flores, cioè la Piazza dei Fiori o la Plaza de San Juan.

Cosa mangiare a Murcia

In tutti gli articoli mi piace parlare della cucina e piatti tipici di un posto perché una vacanza senza provare i cibi del posto è una vacanza a metà.

La cucina di Murcia è molto influenzata dalla cucina Andalusa e dalla cucina di Valencia (motivo per il quale i suoi piatti a base di riso sono con riso bomba, tipico di questa zona).

Come ho già detto anteriormente, i migliori bar de tapas e ristoranti di Murcia si concentrano sia nella Piazza San Juan sia nella Piazza de las Flores.

Questi sono alcuni dei piatti tipici di Murcia:

  • Michirones: un tipo di fave secche usate per zuppe di patate, chorizo, jamón iberico e spezie. Un piatto buonissimo e abbastanza completo.
  • Mondongo: normalmente servito con ceci, è un piatto a base di intestino e stomaco di vitello o maiale.
  • Caldero: riso con il pesce.
  • Zarangollo: miscela di uova, zucchine e cipolle.
  • Torta salata di Murcia

Come dolce, le cose più tipiche sono:

  • Yemas de Caravaca: a base di tuorlo di uova
  • Las picardias: nocciole coperta di zucchero caramellato

E per finire con un bel caffè tipico, devi chiedere un Café Asiatico, con liquore, cognac e latte condensato!

Que aproveche! (Buon appetito)

Cosa vedere a Murcia: considerazioni finali

Una dei mesi più caratteristici per visitare Murcia è Settembre, mese in cui si festeggia la Feria de Murcia.

Una festa di musica e folklore, dove si mangia, si balla e  si assiste alla processione de la Virgen de la Fuensanta.

In questo periodo puoi inoltre approffittare del buon clima per visitare le migliori spiagge della zona.

Le migliore spiagge da visitare sono:

  • La Manga del Mar Menor (Cartagena): lungo i suoi 21 km di costa, ha delle spiagge più belle che si possono trovare nella parte Sud di Murcia.

cosa veder a Murcia

 

  • Playa Amarilla o del Fraile (Aguilas)
  • Playa del Bolnuevo (Mazarrón) 
  • Calblanque

Dopo quest’immagine e tutta l’informazione che hai trovato lungo l’articolo, spero di averti aiutato e soprattutto convinto a visitare questa bellissima città spagnola, non molto conosciuta e quindi più interessante da visitare.

Come sempre, se ti è piaciuto l’articolo, condividilo con i tuoi amici così lo spirito di Spagnatour arriverà lontano.

Gracias y hasta pronto!

Marta 🙂