Archive for  Agosto 2016

Home / Agosto 2016
3 Posts
carnevale di tenerife

Hola e benvenuto su Spagnatour, la guida in italiano più completa sulla Spagna. Oggi in questo articolo ti parlerò di uno degli eventi più importante non solo delle isole canarie ma anche dall’isola di Tenerife, cioè il Carnevale di Santa Cruz de Tenerife. 

Si tratta del secondo carnevale più importante al mondo, dopo quello di Rio de Janeiro in Brasil, motivo per cui le due città sono gemellate.

A livello nazionale è il carnevale più importante del paese, seguito dal anche famoso carnevale di Cadice.

Legge anche cosa vedere a Cadice 

Se stai pensando di andare al carnevale di Santa Cruz di Tenerife, ti dico già che è una delle scelte migliori chi può fare ma per farlo nel modo giusto, devi seguire questi 3 consigli:

  1. Devi uscire mascherato sempre. (più costumi diversi hai durante questi giorni, meglio è).
  2. Devi metterti sempre sempre i brillantini sulla faccia (è una regola d’oro).
  3. Devi ballare fin ché non ti bruciano i piedi.

Seguendo questi piccoli spunti viverai al meglio ed al più pure stilo chicharrero (abitanti originari della capitale dell’isola) questa gran festa che ora ispira a diventare Patrimonio dell’Umanità. 

Storia del carnevale di Tenerife

Il carnevale di Tenerife è una festa che se celebra sin dall’inizio dei primi abitanti europei. Nel 17 secolo già si parlava di una festa dove si invertivano i sessi attraverso i costumi.

Durante gli anni di dittatura in Spagna (1923-1960) il carnevale si conosceva come le “feste d’inverno” per evitare la sua proibizione.

Nel 1954 appare la prima murga “Afilarmónica Nifú-Nifá” che ancora oggi partecipa ai carnevali. La loro associazione si trova nella strada La Noria (una delle zone di ristoranti e club della città) e una visita vale veramente la pena. Potete anche cenare (previo avviso)in questa associazione, assaggiando dei piatti più tipici e casarecci.

Dopo la morte di Franco  si torna al nome originale di carnevale e fino ad oggi, il carnevale di Tenerife è il più famoso e visitato del paese.

Il carnevale di Tenerife

Il carnevale di Tenerife si svolge durante le due prime settimane di febbraio ed attrae a gente di tutto il mondo, per cui i prezzi nell’isola durante questo periodo si sparano.

Questo gran evento, dichiarato festa di interesse internazionale nel 1980, si divide in due parti, in una “ufficiale” e in una “di strada”. Il carnevale ufficiale vede la partecipazione solo di gruppi musicali, murghe o comunque gente famosa. Il carnevale di strada, invece, coinvolge sia le persone famose sia i cittadini.

La cosa più bella di questa festa è che partecipano cittadini di tutte le età, dai bimbi nel passeggino ai nonni!! un vero coinvolgimento di tutta la città.

carnevale tenerife

Ogni anno si sceglie una tematica diversa che non solo si riflessa nei costumi dei cittadini ma anche nel disegno della sardina.

La tematica scelta questo anno, nel 2016, è stata gli anni ’80 e quella per i carnevali del 2017 è il Caraibi.

Uno dei giorni più emblematici del carnevale è il così detto entierro de la sardina, cioè il funerale della sardina, che si svolge l’ultimo mercoledì di carnevale.

Questo giorno, alla sera c’è una parade per tutto il centro della città fino ad arrivare alla Piazza di Spagna

dove la sardina inseguita da centinaia di persone, uomini e donne mascherate di vedova nera (in simbolo di lutto).

carnevale tenerife sardina

carnevale tenerife

La parade finisce in piazza di Spagna dove la sardina viene finalmente bruciata e a continuazione ci sono fuochi di artificio.

La festa continua fino alla mattina dopo, con tutte le vedove che bevono e ballano al suon della musica cubana e non solo per dimenticare 😉

E’ senza ombra di dubbio una delle serate più divertenti di tutto il carnevale.

Come dato curioso, ti racconterò che c’è un cittadino della città, Antonio Merceré González, che durante gli ultimi 38 anni si maschera ogni anno di Fidel Castro. L’idea le viene in mente quando all’epoca, il suo figlio di 3 anni vede una foto del vero leader cubano e comincia a chiamarlo babbo.

Tanto assomiglia al vero e proprio Fidel, che Antonio, ha già subito diverse attacchi da parti di altri partecipanti.

personaggi carnevale tenerife

Comunque sia il Fidel Chicharrero è uno dei personaggi più emblematici e polemici di tutto il carnevale.

Sfilata per scegliere la regina del carnevale

Qualche giorno prima del’inizio del carnevale, si organizza una serata di gala per l’elezione della regina del carnevale. Si tratta di uno spettacolo bellissimo, tipo sfilata, dove si deve scegliere la regina del carnevale a seconda del suo vestito che può arrivare a 5 metri di altezza, 4 metri di larghezza e fino a 500 chili di peso.

regina carnevale tenerife

 

La gala viene trasmessa per la TV nazionale non solo in tutta Spagna ma in tutto il mondo e per la musica di questa gala ci pensano le murghe vincitrici.

I biglietti sono sempre esauriti tra i 15 e 60 minuti dopo che sono usciti in vendita. Stiamo parlando di 20.000 posti.

I preparativi per il carnevale dell’anno prossimo cominciano un paio di messi dopo che è finito il carnevale.

Come arrivare a Santa Cruz de Tenerife

Per arrivare all’isola di Santa Cruz di Tenerife, venendo dall’Italia, il modo migliore ovviamente è via aereo. Ci sono diverse compagnie di lowcost che collegano l’isola dell’eterna primavera con l’Italia.

Gli aeroporti di arrivo sono due:

  1. Aeroporto Regina Sofia, al sud dell’isola, a pochi chilometri dal Medano. E’ il più grande di tutte e due.
  2. Aeroporto Los Rodeos, al nord dell’isola a pochi chilometri da San Cristobal de la Laguna ed un poco più piccolo e meno trafficato.

Se invece vuoi raggiungere la capitale Santa Cruz da qualche punto dell’isola, il modo migliore e via guagua, cioè pullman. La compagnia si chiama TITSA.

  • Dall’aeroporto sud a Santa Cruz de Tenerife: Guagua 111, prezzo del biglietto 9.45€  ed il tragitto è di poco più di un’ora.
  • Dall’aeroporto nord a Santa Cruz de Tenerife: Guagua 108, 107 e 102, prezzo del biglietto è di 2.65€ ed il tragitto è soltanto di mezz’ora.

Questi prezzi possono diminuire comprando un bonobús, cioè l’abbonamento dell’autobus che lo puoi trovare in qualche edicola o negozi dove si vende il tabacco ed il costo è di 15€.

Nel caso preferisci prendere il tassi, i prezzi oscillano da 20€ aeroporto nord – Santa Cruz a 50-60€ aeroporto sud- Santa Cruz.

Nel caso vorresti raggiungere l’isola di Tenerife da qualche altra isola dell’arcipelago canario, guarda nella pagina dei traghetti e ferry: Fred Olsen ed Armas.

Il carnevale di Tenerife: considerazioni finali

Visitare l’isola di Santa Cruz di Tenerife è sempre una buona scelta ma farlo durante la sua festa più importante, cioè il carnevale di Tenerife, è senza ombra di dubbio la scelta migliore.

Per molti consigli o dettagli che ti possa scrivere qui, l’ambiente e lo spirito del carnevale è veramente indescrivibile e non c’e modo migliori di scoprirlo che formando parte di questa gran festa.

Ovviamente i prezzi sia di trasporto che di alloggi, durante i giorni del carnevale sono molto più alti che al solito, però prenotando tutto in anticipo puoi trovare dei prezzi ottimi.

Anche per il noleggio della macchina, in questo periodo c’è talmente tanta domanda che non sarà facile trovare una e se la trovi, il problema sarà il parcheggio, specialmente nella capitale, dove più che difficile direi che è quasi impossibile.

Comunque la capitale, Santa Cruz di Tenerife, è ben collegata col resto dell’isola, specialmente i giorni di carnevale, per cui la macchina in realtà non sarà imprescindibile.

Spero che questo articolo su il carnevale di Tenerife ti sia piaciuto e ti sia stato utile e si pensi che quest’informazione può essere interessanti per altre persone, non essiti a condividerlo.

A continuazione di lascio un video del carnevale di strada di questo anno 2016. Una vera e propria follia!!!!

 

 

Gracias y hasta pronto amigos!!!!

Marta 🙂

 

spiagge tenerife nord

Benvenuto sulla guida di Spagnatour, oggi parleremo delle migliori spiagge di Tenerife.

In questo articolo troverai la lista completa delle migliori spiagge di Tenerife adatte per tutti i gusti. Sia che tu sia un comodo vacanziere sia un viaggiatore estremo, sono certa che l’isola di Tenerife non ti deluderà.

La morfologia dell’isola è molto varia e offre infatti sia spiagge sabbiose dotate di tutti i servizi sia di angoli nascosti adatte per chi cerca natura e isolamento dalle masse di turisti.

Tenerife è essenzialmente divisa in due grandi zone, la parte sud e la parte nord. Tipicamente la parte sud è quella con il clima più mite ed è proprio qui che il turismo di massa ha visto il suo posto ideale di crescita. Questo ovviamente a discapito dell’autenticità dei luoghi.

Il nord invece possiede ancora il fascino naturale e originale dell’isola non intaccato dal turismo di massa. Se il nord è la parte più autentica, dall’altra parte però ha le condizioni climatiche meno adatte per la vita di spiaggia, specialmente durante il periodo invernale.

Ti dico questo perché Tenerife è famosa proprio per il suo clima temperato durante tutto l’anno, evento che la rende la meta ideale per chi cerca la vita di mare anche in inverno, ma questo prevalentemente per il versante sud.

Mappa e meteo di Tenerife

Tenerife è un’isola di origine vulcanica dalla forma leggermente allungata dominata al centro dal vulcano ancora attivo, il Teide.

Il Teide, con i suoi 3718 metri di altitudine, è la vetta più alta di Spagna. La sua forma e dimensione influenza in maniera massiva il clima dell’intera isola.

I venti freddi provenienti dal nord si scontrano infatti con il picco senza riuscire a superarlo con il risultato di avere due zone nettamente distinte tra loro: un nord con un clima fresco e lussureggiante dovuto alla maggiore piovosità e un sud caldo e arido.

Non stupirti di trovare 4 condizioni climatiche nello stesso giorno, ti ritroverai a passare dalla Primavera e Autunno del nord, all’inverno nevoso sulla cima del Teide per poi arrivare alla calda estate e vita da spiaggia del sud.

mappa tenerife

Il risultato della complessa geografia è un’isola molto varia che può essere visitata durante tutto l’anno e riservare sorprese al turista in cerca di relax e/avventure.

Questa diversità ha portato le aziende del turismo a creare delle località dedicate esclusivamente al turismo classico in cerca di spiagge e caldo tutto l’anno. Questo fenomeno trova il suo massimo nelle località di Los Cristianos Costa Adeje e Playa America.

Qui affittare un appartamento per le vacanze è decisamente più caro, ma in cambio avrai servizi e clima caldo. Ma attenzione però, se cerchi la vera vita canaria, devi evitare queste località perché assolutamente non autentiche con la vera Tenerife dei canari.

Ma il sud non è solo Playa Americas e Los Cristianos, il sud infatti offre delle vere perle sconosciute alla maggior parte dei turisti e che vedremo qui in questo articolo.

Una particolarità interessante da conoscere sulle spiagge di Tenerife è il colore della sabbia.

Molte delle spiagge dell’isola sono infatti di color nero, dettaglio che indica chiaramente l’origine prettamente vulcanica, mentre altre sono del classico color sabbia.

In alcuni casi questo è dovuto dall’intervento dell’uomo, alcune spiagge infatti sono artificiali create con l’importazione di sabbie dal vicino continente africano, dalle dune sabbiose del Sahara per essere precisi.

Detto ciò, in questa guida vedremo tutte le migliori spiagge di Tenerife, mentre se cerchi la guida per le altre attrazioni turistiche, ti rimando all’articolo cosa vedere a Tenerife.

Le migliori spiagge di Tenerife Sud

Iniziamo questo viaggio virtuale alla scoperta delle migliori spiagge di Tenerife proprio da Playa Americas Costa Adeje e Los Cristianos, le tre località turistiche per eccellenza.

Anche se non sono le zone che preferisco, anche qui è possibile rilassarsi in spiagge sabbiose molto belle e comode fornite di tutti i servizi principali.

Queste spiagge sono indicate non solo per famiglie con bimbi piccoli oppure coppie di anziani, qui c’è anche concentrata la vita notturna e festaiola dell’isola. Se è questo quello che cerchi, prendi carta e penna appuntati i nomi delle spiagge.

Playa de Fañabe –  località Costa Adeje

E’ senz’ombra di dubbio una delle spiagge favorite dai turisti, non solo per la sua bellezza ma anche per la sua accessibilità (cosa che nell’isola non sempre è facile, specialmente per i diversamente disabili). Di sabbia sottile ed acqua cristallina, Fañabé ci offre tutti i servizi necessari come ombrelloni, sdraie, zone verde, doccia, bar e negozi. Ci sono anche piccole strutture in legno con dei lettini dove poter godere un massaggio rilassante e per gli amanti dello sport, Fañabé, offre diversi tipi di attività sia acquatiche che di vento come il parapendio.

spiagge di tenerife sud

Playa de Troya – località Playa Americas

Playa de Troya sono in realtà due, Troya I e Troya II, bellissime entrambi e la scelta migliore per chi vole non solo un giorno di mare ma anche una note di festa, stilo Ibiza. La loro sabbia di colore scuro di origine vulcanico, la sua ampiezza e l’acqua cristallina fanno di Troya un vero paradiso. Pure qui ci sono tutti i servizi tipici di una spiaggia urbana ed anche accesso per i diversamente disabili. L’unico piccolo svantaggio è la mancanza di parcheggio ma si può arrivare facilmente in pullman.

spiaggia tenerife sud

Se cerchi dei ristoranti e zona chill out con vista all’oceano dove godersi il miglior tramonto e poi una bella fiesta fino a tardi…. il Monkey beach e il Papagayo Club sono due posti che ti consiglio.

Playa de Las Americas – località Playa Americas

La spiaggi più famosa di tutto il sud, non solo per la sabbia bianca e l’acqua trasparente ma anche per la sua movida.

Per quanto riguarda la spiaggia è provvista di tutti i tipi di servizi, con facile accesso a tutti e un’ampia offerta di attività da fare per spendere la giornata.

Arrivata la sera, e dato che si trova circondata da grandi resort, ristoranti, bar, club, disco… è la opzione migliore per la festa.

Nella zona de las Americas c’è una gran comunità di inglesi e nord europei per cui è facile trovare locali e cibo tipico di loro. Se non fosse per il sole, a volte sembra di essere in vacanza in Inghilterra.

spiagge famose sud tenerife

Da evitare la zona di Las Veronicas, l’esempio perfetto di quello che diceva prima.

Playa de las Vistas – località Los Cristianos

Questa spiaggia è una delle più grande di tutta l’isola. Di sabbia dorata e acqua turchesa è una delle spiagge favorite di turisti e non solo, perché anche i locali sono assidui.

Essendo una spiaggia urbana, offre di tutti i servizi e facilità necessari per fare della spiaggia de las Vistas, un’ottima scelta.

Una della sua peculiarità è la enorme fontana che si trova nel centro della spiaggia da cui sgorga l’acqua estratta dal mare.

spiaggia bella tenerife

Playa de Los Cristianos – località Los Cristianos

Insieme alla spiaggia de las Americas, Los Cristianos è la spiaggia più famosa e affollata di tutto il sud.

La sua sabbia dorata, acqua cristallina e tutte le caratteristiche di una spiaggia urbana, rendono la spiaggia de los Cristianos il luogo perfetto per chi non solo vuole un bagno ma anche diversione e comodità, tutto in uno.

Il fatto di che si trova vicina al porto fa di questa spiaggia un punto di partenza e di arrivo per i traghetti che raggiungono la vicina isola di La Gomera.

miglior spiaggia tenerife

Per gli amanti del mare che vogliono imparare a navigare, Los Cristianos offre la possibilità di assistere a una scuola di vela.

Le spiagge elencate fino a qui rappresentano il sud turistico propriamente detto. Da qui in poi ci allontaniamo progressivamente alla ricerca di spiagge molto meno frequentate dalla massa e quindi più adatte per chi cerca tranquillità e autenticità.

Essendo comunque situate al sud del vulcano Teide, il clima rimane ancora piacevole e mite durante tutto l’anno.

Una dell’immagine più belle che si può trovare nel sud dell’isola è fare il bagno in acque cristalline e clima mite guardando la cima del Teide nevicata.

Costa del Silencio – località Las Galletas

Una delle zone più tranquille della parte sud dell’isola e meno affollata da i turisti.

Con un forte carattere marinaio è il luogo per eccellenza dei lavori di pesca. Ancora oggi si può andare la mattina presto alla lonja o mercato di pesce sul porto.

Qui, le spiagge sono più rocciose ma l’acqua e sempre uno spettacolo!

La zona di lungo mare è molto vivace con dei bar e ristorantini di pesce fresco buonissimo.

spiaggia tenerife

I servizi che offre la spiaggia aumentano durante l’estate, cioè si visiti la spiaggia durante i mesi invernali è possibile trovarsi il noleggio di sdraie ed ombrelloni chiuso.

Playa de la Tejita – località el Medano

Famosa non solo per la sua sabbia dorata ed acqua truchesa ma anche per la gran montagna rossa che si affaccia al mare.

Allontanata dal centro urbano è una delle spiagge più tranquille e favorite dei locali.

spiaggia tenerife

Qui non ci sono grandi ristoranti ma ce ne un bar di spiaggia, il chiringuito El Pirata che oltre a offrire del cibo casareccio più buono (inclusive la lasagna di salmone) las cervecitas e cocktail sono ottimi e tutto ad un prezzo eccellente.

Senza dubbio, una spiaggia da non perdersi!

Playa El Medano – località El Medano

El Medano si trova accanto alla spiaggia de la Tejita ed è il paradiso dei surfisti. Il Campionato Mondiale di Kit surf si svolge ogni anno proprio qui, dove centinaia di sportivi e sportive amanti dell’adrenalina si avventurano a mare per esibire la loro destrezza su tavole da surf collegate a grandi kite.

Però è anche una spiaggia ideale per le famiglie con i bimbi, già che è molto spaziosa ed i surfisti di solito si mettono da una parte, tutti insieme.

L’unico svantaggio di questa spiaggia più selvaggia è l’assenza di sdraie ed ombrelloni come il fatto di la difficile accessibilità per i diversamente disabili.

miglior spiaggia tenerife

Per quanto riguarda il paese di El Medano, a pochi passi dalla spiaggia, è semplicemente incantevole con una piccola piazza affacciata al mare e circondata da bar, ristoranti e piccoli negozi dove troverete di tutto e di più.

Cabezo de Güimar – località Güimar

Conosciuta anche come la playa del Puertito de Güimar  (spiaggia del piccolo porto) è una spiaggia molto ampia e gradevole.

Di sabbia e ghiaia nera ed acqua trasparente questa spiaggia allocata tra i scogli è una buona opzione per passare una giornata di relax al mare.

spiagge più belle tenerife

I servizi che ci offre questa spiaggia sono le doccie, parcheggi e zone di facile accesso per persone diversamente abili ma le sdraie ed ombrelloni non ci sono.

Vicino alla spiaggia c’è un lungo mare con negozi e ristorantini ma il miglior della zona e che vi consiglio fortemente è quello di Cofradia de Pescadores, dove mangerai di ottimo pesce fresco ad un prezzo ottimo.

Per gli amanti del trekking, in questa zona chiamata Malpais di Güimar, si trova la Punta del Pedrón. 

punta del pedron tenerife

Una riserva naturale con un scenario lunare già che tutte le rocce del litorale sono vulcaniche. Di fondo troviamo la montagna grande, meta per tutti quelli che fanno trekking in questa zona.

Si può raggiungere anche costeggiando in barca.

Spiagge urbane di Candelaria

La Candelaria non è solo famosa per la sua basilica della signora della Candelaria in questo meraviglioso paese marinaio ma anche per le sue spiagge  all’interno della città.

Di ghiaia nera, queste piccole spiagge sono facilmente raggiungibili a piedi e con facile accesso per tutti anche se sprovviste di servizi di sdraie ed ombrelloni.

Bellissimo anche il suo lungo mare dove si trovano 9 statue in bronzo dei Menceyes (i re dell’isola quando era abitata per i aborigini Guanches).

spiagge nere tenerife

 

Le migliori spiagge di Tenerife Nord

Se cerchi spiagge più particolari rispetto a quelle del sud, il nord dell’isola non ti deluderà.

Anche se non sempre il clima è dei migliori, nelle giornate soleggiate il nord nasconde delle perle incredibili per chi ama il mare in tutte le sue forme.

Qui le correnti sono a volte molto forti, ma non preoccuparti perché in alcune zone la natura oppure l’uomo ha pensato anche a questo con la formazione di piscine naturali che proteggono la costa e quindi la possibilità di bagnarsi nell’oceano.

Alcune sono delle formazioni naturali che hanno preso la forma attuale con l’intervento dell’uomo.

Playa de las Teresitas – località San Andres

La spiaggia urbana della capitale dell’isola e a pochi chilometri di Santa Cruz, nel paese di San Andrés, facilmente raggiungibile in pullman o in macchina.

Si tratta di una spiaggia artificiale di sabbia dorata procedente dal deserto del Sahararegalo del Re di Marocco alla città di Santa Cruz.

spiaggia santa cruz de tenerife

Spiaggia urbana provvista di tutti i servizi come doccie, bagni, sdraie, ombrelloni, rampe per le persone diversamente abili e bar.

Infatti uno dei punti di riferimento e che fa speciale a questa spiaggia è il chiringuito El Caracol, che offre i miglior mojito della città e musica cubana tutto il giorno…. ti sembrerà di essere a Cuba invece di alle Isole Canarie.

Per mangiare dell’ottimo pesce fresco a San Andrés, nella località vicina, troverai ristorantini stupendi a prezzi fantastici.

Playa de Roque Bermejo – località Anaga

Spiaggia dedicata solo a chi non ha paura di affrontare la natura. Qui infatti si arriva o via mare o lungo un cammino a piedi di diverse ore, andata più il ritorno, il giusto regalo per i trekker professionisti.

Troverai un angolo di paradiso che potrai godere in assoluta libertà da tutto e tutti.

Spiaggia selvaggia, rocciosa di sabbia nera ed acqua cristallina che non offre nessun tipo di servizio e purtroppo non è raggiungibile a tutti.

spiagge tenerife nord

Playa de Benijo – località Taganana

Spiaggia di una bellezza mozzafiato con dei picchi di lava che vengono fuori dal mare.

Di sabbia nera e ghiaia ed acqua trasparenti si trova sotto il parco naturale del Macizo di Anaga.

Spiaggia nudista di difficile accesso già che si arriva scendendo per scale di legno e sprovvista di qualsiasi servizio minimo. Soltanto c’è un piccolo ristorantino prima di arrivare in spiaggia.

E’ una delle spiagge favorite per i locali e non solo, specialmente se vogliono praticare il nudismo.

spiagge nere nord tenerife

Piscine di Bajamar – località Bajamar

Bajamar è una località al nord di Tenerife, molto visitata più che per le sue spiagge, per le sue piscine naturale che tante volte quando le onde impediscono il bagno.

Qui il turismo di massa non c’è anche se è la zona favorita dai pensionati tedeschi, specialmente durante i mesi invernali.

Trattandosi di spiagge urbane, stanno circondate da bar, ristoranti e negozi e le docce si trovano da per tutto.

piscine naturale bajamar

Playa del Castillo – località Puerto de la Cruz

Senza dubbio è la spiaggia più bella del Puerto de la Cruz.

Spiaggia di sabbia dorata ed acqua turchesa, provvista di tutti i tipi di servizi come ombrelloni, sdraie, docce, bagni, ristoranti, bar e facile accesso per tutti.

Durante i mesi di state a volte è complicato trovare il parcheggio libero, ma nel paese ci sono quelli a pagamento.

spiaggia nord tenerife

Piscine naturali di Garachico – località Garachico

Queste piscine naturali conosciute come El Caletón, che in realtà è un braccio di formazione lavica che nel suo tempo, aveva distrutto il porto del paese.

Lungo questo braccio ci sono creati delle pozze naturale dove arriva l’acqua dell’oceano.Sono veramente uno spettacolo naturale che però è raramente frequentato dai turisti internazionali.

 

piscine naturali tenerife

Le migliori spiagge di Tenerife Nord Ovest

La forma dell’isola di Tenerife fa sì che la parte est sia stretta formata da una singola punta, mentre la parte ovest è decisamente più ampia.

Qui troviamo Los Gigantes, formazione rocciosa immensa e incredibile che rappresenta per alcuni (me compresa) la zona forse più bella di tutta Tenerife.

Masca – località Los Gigantes

spiagge tenerife ovest

 

La baia di Masca si trova al nord-ovest dell’isola, ai piedi del massiccio montuoso di Teno. Per arrivare in spiaggia, si deve scender per il dirupo durante 3 ore più meno, attraversando uno scenario mozzafiato.

Una volta in spiaggia, completamente selvaggia, si deve prendere una barca che vi porterà alla Costa de Los Gigantes. Stesa barca che dovranno prendere tutti quelli che non piace o non possono fare il trekking.

barca spiaggia masca-gigantes

 

 

Playa Arena – località Puerto de Santiago

Spiaggia di sabbia nera ed acqua cristallina.

Completamente attrezzata con tutti i tipi di servizi e rampe di facile accesso, è una spiaggia urbana, con zone verdi e un piccolo lungo mare circondato da negozi, bar e ristoranti.

Se quello di cui hai bisogno e di rilassarti… puoi farlo al più puro stile asiatico, già che in spiaggia si trova un piccolo letto in legno dove goderti di un bel massaggio.

spiagge nere a tenerife

Playa de la Jaquita – località Alcalà

Spiaggia di sabbia marrone ed acqua trasparente, che si trova nella Punta di Jaquita, motivo del suo nome.

Questa spiaggia è veramente famosa per il fatto di poter fare il nuoto assieme alle tartarughe marine, una esperienza veramente unica.

spiagge tenerife

Spiaggia urbana, di facile accesso e ampio parcheggio ma sprovvista di servizio sdraie ed ombrelloni, anche se le docce e bagni ci sono.

Spiagge Tenerife: considerazioni finali

Tenerife è un vero gioiello che ti offre delle spiagge più belle ed uniche al mondo e la cosa migliore è che tutte si trovano in un raggio di pochi chilometri.

Anche se l’isola gode di un clima mite durante tutto l’anno, dobbiamo tenere in mente che il nord dell’isola è molto più fredda che il sud.

Le spiagge del nord sono più piccole e più frequentate dai locali, mentre che quelle del sud, molto meglio attrezzate, grandi e affollate specialmente dai turisti.

Comunque il mio consiglio è quello di girare l’isola il più possibile per poter godersi al meglio tutte le sue meraviglie.

Spero che questo articolo ti sia piaciuto e sia stato utile per farti un’idea di come sono le spiagge di Tenerife.

Gracias y hasta pronto amigos!!!

Marta 🙂

 

 

 

 

cosa mangiare alle canarie

Benvenuto su Spagnatour, la guida in Italiano sulla Spagna.

In questo articolo su cosa mangiare alle Canarie, ti parlerò della gastronomia canaria, dei prodotti e piatti tipici dell’arcipelago, così nella tua prossima visita alle isole potrai scoprire una delle parte essenziale di questo paradiso europeo.

Lo spirito di Spagnatour non è solo quello di mostrati i posti più belli da visitare, ma anche le tipicità più deliziose da mangiare, perché ricorda che attraverso la cucina si può conoscere un popolo.

La gastronomia dell’arcipelago canario è caratterizzata per la semplicità di suoi piatti è la qualità dei suoi prodotti.

Grazie al suo clima mite durante tutto l’anno i prodotti della terra sono eccezionali ed il fatto di essere un arcipelago significa pesce fresco di alta qualità.

Ma ricordiamoci anche l’origine vulcanica delle isole che ha formato la montagna più alta di Spagna, il Teide, quindi il bestiame è da sempre presente nella gastronomia canaria.

La gastronomia canaria ha influenze che derivano dal popolo guance, della penisola spagnola, dal continente Africano e della cucina latinoamericana, specialmente da Venezuela e Cuba.

Come vedi, ci sono tutti gli ingredienti necessari per garantire della tua visita alle isole Canarie un’esperienza indimenticabile, quindi….. cosa aspetti?

Legge anche: cosa vedere alle Canarie

Storia della gastronomia canaria

I Guanci, il primo popolo che abitò nelle isole, erano bereberes originari del nord d’Africa e quando arrivarono sull’arcipelago canario portarono con loro greggi e colture tra cui i più importanti era l’orzo.

Per questo motivo il Gofio, è uno dei principali prodotti della gastronomia Canaria.

L’influenza romana invece ha lasciato la sua impronta con prodotti come i fichi e le olive, prodotti che troverai molto spesso nelle ricette e piatti tipici mentre decidi cosa mangiare alle isole Canarie.

Dopo la scoperta di America nel 1492, i viaggi al nuovo continente erano costanti e le isole Canarie diventarono il porto di scalo dei marinai sia per quelli che partivano dalla penisola e per quelli che arrivavano dal “nuovo mondo”.

Infatti molto prodotti tipici americani, come la patata o il mais (indispensabili nella gastronomia delle isole), furono introdotti nell’arcipelago proprio in questo periodo.

Prodotti tipici delle isole

La prima cosa che devi conoscere per poter decidere cosa mangiare alle Canarie sono i prodotti unici ed autoctoni che fanno della cucina canaria una vera delizia, unica in tutta la Spagna.

  • Mojo: una salsa tipica delle Isole Canarie a base di olio d’oliva utilizzata per accompagnare diverse pietanze, come pesce, carne, verdure, formaggi o patate. Ci sono due tipi:
  1. Mojo verde: a base di prezzemolo o coriandolo, più utilizzato per accompagnare il pesce.
  2. Mojo rojo o mojo picón: a base di paprica è molto comune con piatti di carne.

Ogni volta che vai al ristorante è normale cominciare a modo di antipasto a mangiare le papas arrugas (patate arrosto con la buccia) accompagnate dal mojo.

cosa mangiare alle canarie

 

  • Formaggio: Ci sono diversi tipi di formaggio fresco e stagionato, fatti con diversi tipi di latte: capra, pecora e mucca.
  • Ogni isola ha la sua specialità, come ad esempio alla Gomera c’è il famoso che “almogrote” stagionato con paprica e pomodoro mentre che a Gran Canaria il formaggio tipico è più fresco.
  • Vino: Con la conquista spagnola cominciò la coltivazione e la produzione di vino e ad oggi si trovano sulle isole 10 “Denominazione di Origine”con più di 30 varietà d’uva.
  1. D.O. Abona (Tenerife)
  2. D.O. Tacoronte-Acentejo (Tenerife)
  3. D.O. Valle de Güímar (Tenerife)
  4. D.O. Valle de La Orotava (Tenerife)
  5. D.O. Ycoden-Daute-Isora (Tenerife)
  6. D.O. El Hierro
  7. D.O. Lanzarote
  8. D.O. La Palma
  9. D.O. La Gomera
  10. D.O. Gran Canaria
  • Miele: il più caratteristico è il miele di palma, tipico della Gomera. Questo miele viene prodotto dalla savia delle palme e ha un gusto un po’ più amaro. A Tenerife si elabora anche il miele tradizionale ricavato dalle api.
  • Gofio: farina dai cereali tostati come il grano o il mais. E’ la base di tantissime ricette.

prodotto tipico isole canarie

  • Frutta: da tutte le frutte tropicale, la più famosa e caratteristica è la banana originaria dell’isola, conosciuta in spagnolo come Platano CanarioAltre frutte:  fichi, avocado, mango, papaya, fichi d’India, ananas, lime, litchi e cherimoya.
  • Sigari: i famosi “Puros Canarios“arrotolati a mano e che non hanno niente da invidiare a quelli cubani.
  • Rum: Rum miele Arucas. Prende il nome dalla città ononima, nell’isola di Gran Canaria, dove nacque la produzione.
  • Birra: La Dorada (Tenerife) e Tropical (Gran Canaria)

Dopo aver letto questo, sicuro ti sta venendo l’acquolina in bocca, giusto? tranquillo, è normale!

Allora, se vuoi assaggiare tutte queste delizie tipiche dell’arcipelago, il posto migliore per andare sono le piccole trattorie o tabernas.

Ma se ti trovi a Tenerife, i posti da cercare sono i famosi “guachinches“.

Il guachinche nasce dell’idea dai produttori di vino della zona per promuovere il loro prodotto durante i mesi della vendemmia.

Per accompagnare il vino, nei guachinches, si offrivano dei piatti tipici casarecci serviti nel garage delle case dei prodottori, a modo di ristorantino.

Non essendo né ristoranti né trattorie non fanno concorrenza a quest’ultimi anche se ultimamente alcuni ristoratori risenteno della loro presenza.

I veri guachinces non sono aperti durante tutto l’anno ma solo fino all’esaurimento del vino da vendere.

posti dove mangiare a Tenerife

Oggi, i guachinches sono un po’ più grandi, offrono altre tipi di bibite come la birra e tanti rimangono aperti durante tutto l’anno.

Sono senz’ombra di dubbio il miglior posto per assaggiare i veri e propri piatti tipici ad un prezzo eccezionale (tra 8-12€ a persona per un pasto completo).

I migliori guachinches si trovano al nord dell’isola, specialmente nelle zone di Tacoronte, Orotava, El Sauzal, Tegueste, Loa Realejos, La Victoria de Acentejo e Santa Úrsula.

Ti starai chiedendo da dove viene il nome guchinche, giusto?

Bene, in realtà non si tratta di un nome guance e non ha nemmeno una traduzione in spagnolo già che il termine sembra derivare dall’inglese.

In passato gli agricoltori e gli allevatori di bestiame vendevano i loro prodotti ad acquirenti inglesi.

Gli spagnoli li osservavano durante la scelta dei prodotti, e come avvertimento, gli gridavano “Aim wachingye” invece di “I’m watching you!”

Curioso vero?

Piatti tipici delle Isole Canarie

Prima di decidere su cosa mangiare alle Isole Canarie dobbiamo dire che ognuna delle isole ha la sua specialità che vedremo più avanti, invece, ora ti parlerò dei piatti tipici comuni che si trovano da per tutto, in qualsiasi isola.

Questi piatti sono principalmente:

  • Papas arrugas con mojo
  • Queso asado con mojo (formaggio alla piastra con mojo verde e rosso)
  • Gofio Escaldado (brodo di pesce a base di gofio che può essere servito con soffritto di aglio e cipolla rossa)
  • Croquetas (crocchette di carne o pesce)
  • Churros de pescado (frittelle ripiene di pesce)
  • Garbanzas (specie di zuppa di cecci)
  • Pata asada (prosciutto arrosto)
  • Rancho canario (specie di brodo a base di cecci, sapeghetti e costolette di maiale)
  • Caldo de millo (brodo a base di mais (millo) cecci ed aglio.
  • Carne fiesta (carne fritta di maiale)
  • Chorizo Canario
  • Atún encebollado con batata (tonno con salsa a base di cipolla e patata dolce)

cosa mangiare alle canarie

Pesce autoctono:

  • Cherne
  • Choco
  • Tollo (palombo o squalo)
  • La vieja (la vecchia)
  • Sancocho
  • Lapas (pattelle)

Dolci:

  • Quesillo (budino) a base di uova
  • Truchas (trotte) panzerotti di pasta sfoglia ripieni di patate dolci, zucca o “cappelli d’anglelo” (una specie di marmellata di zucca) e anche frutti secchi.
  • Torte artigianale fatte in casa. Il gusto può variare a seconda l’epoca e i prodotti stagionali.
  • Barraquito speciale: caffè con latte condensato, rum, cannella e buccia di limone.

Piatti tipici di ogni isola

Mentri leggi cosa mangiare alle isole canarie devi avere in mente che trattandosi propriamente di isole è normale che il pesce sia uno dei prodotti principali, ma non solo. Pure la carne e i minestroni sono molto apprezzati e diffusi nella cucina di tutte le 7 isole.

Partendo della base che carne, pesce e verdure sono degli ingredienti base della cucina tipica delle isole, mi limiterò a scrivere soltanto i piatti più caratteristici anche se in qualche isola, come nella Gomera, i dolci sono i veri e propri protagonisti.

1. SANTA CRUZ DE TENERIFE:

  • Conejo en salmorejo (coniglio marinato).
  • Frangollo: Dolce a base di latte, farina di mais (millo), limone, zucchero, burro, mandorle, sultane e cannella. Sembra un torroncino che rimane morbido.
  • Bienmesabe: dolci tipico sia di Tenerife che della Palma. A base di uova, zucchero, mandorle, miele e buccia di limone grattugiata.
  • Miele di tenerife D.O.C

2. LA PALMA: 

  • Costolette di maiale con ananas e patate
  • Formaggio Palmero: formaggio di capra fomicato
  • Pella di Gofio: Gofio amasato e tagliato in fettine.
  • Bienmesabe: dolce tipico sia di Tenerife che della Palma. A base di uova, zucchero, mandorle, miele e buccia di limone grattugiata
  • Marquesotes: Pan di spagna a base di farina di mais. Possono essere coperti di zucchero o ciocolatto.
  • Almendrados de Fuencaliente: Dolci secchi a base di mandorla.
  • Principe Alberto: Il dolce più tipico dell’isola. Torta di pan di spagna con panna, cioccolato, mandorle e nocciole. Su il nome di questo dolce c’e l’istoriadella signora Matilde che nel dopoguerra, tra essere stata abbandonata dal marito, rimane da sola con 3 figli e per guadagnarsi il pane vende ai vicini la torta che meglio sapeva fare.
  • Quesadilla Herreña: torta a base di formaggio.
  •  Rapadura: dolce tradizionale in forma di cono che può essere ripieno di miele di canna e gofio o uova.

3. LA GOMERA: 

  • Almogrote: tipo di patè fatto a base di formaggio stagionato, mojo picón, aglio e olio.
  • Formaggi freschi di capra.
  • Minestrone di Crescione.
  • Cabrito barrado (carne di capretto arrosto) c’è anche il coniglio.
  • Miele di palma: ottenuto a partire della linfa (guarapo) della palma.
  • Rosquetes de Manteca: dolce a base di strutto di maiale.
  • Torta di Bilana: a base di patate, strutto, pane, sultane, mandorle e cannella. 
  • Biscotti artigianali di diversi gusti. 
  • Latte al forno con miele di palma: tipo di budino o crème caramel.

4. EL HIERRO: 

  • Carne di coniglio e di capretto (chivo): cucinata in modo diversi e sempre accompagnata di mojo.
  • Formaggi affumicati.
  • Insalatta di pesche con avocado e pollo 
  • Minestrone di Sancocho (pesce) con fave e maiale.
  • Quesadillas Herreñas: dolce a base di formaggio. 

5. GRAN CANARIA:

  • Queso de Flor (formaggio di fiori)
  • Carne de cabra compuesta: stufato di carne di capra.
  • Pane di uovo (pane dolce a base di uovo, burro, zucchero e semi di anice.
  • Huevos mole: Dolce simile alla mousse a base di uova e cannella .
  • Yogurt di capra
  • Mejunje: Bibita alcolica a base di rum, miele, citronela, hierbaluisa, cannella in stecche, buccia di limone, chicchi di caffè,

6. LANZAROTE:

  • Jarea de vieja encebollada: piatto di pesce (vieja) vecchia con cipolla, pomodori, aglio e patate dolci.
  • Gueldes (pesce fritto, simile alle alici)
  • Carajacas (fegatelli marinati)
  • Fritatta di banana (Platano de Canarias DOC)
  • Sopas de miel (pane fritto con miele, cannella e mandorle)
  • Carne arrosto cucinata nel Parco Nazionale del Timanfaya: Mangiare qui nel ristorante El Diablo, è tutta un’esperienza perché la carne viene grigliata di forma naturale già che invece di fuoco si utilizza il caldo che viene direttamente dal centro della terra, dal magma.

 7. FUERTEVENTURA:

  • Formaggio Majorero DOC (c’è una dita, chiamata Quesos de Tetir che fanno prodotti a base di latte di capra come: ricotta di cioccolato, liquore di latte di capra, burro di capra e anche le caramelle di latte di capra (puipanitas, che è il tipo di capra).
  • Baifo arrosto: carne di capra tipica dell’isola.
  • Jareas di pesce: Pesce fresco lasciato a seccare al sole con il sale.  
  • Piñas dulces de almendras: Dolce a base di ananas e mandorle.

Cosa mangiare alle Canarie: considerazioni finali

Dopo aver letto tutto il necessario per poter decidere cosa mangiare alle isole Canarie, la tua prossima visita sarà indimenticabile.

Lo spirito di Spagnatour non è quello di mostrarti soltanto i posti più belli da visitare ma anche di farti conoscere le tipicità e la cucina di ogni posti,perché mediante il cibo si riesce a scoprire la vera e propria cultura del posto.

Ricordati sempre che “paese che vai usanza che trovi” quindi devi essere pronto a pranzare dopo le 2 o anche 3 e non cenare fino alle 10 di sera, ma tranquillo, sei in vacanza! 😛

Se questo articolo ti è piaciuto e pensi che può essere utile per qualche altra persona, non essiti a condividerlo!

Spero che la tua visita alle isole Canarie sia fantastica, come le isole stesse e il suo cibo!

Gracias y que aproveche amigo!  (buon appetito).

Marta 🙂