Archive for  Agosto 2017

Home / Agosto 2017
4 Posts

Benvenuti su Spagnatour, il blog per conoscere meglio la Spagna. In questo articolo ti parlerò delle migliori spiagge di Lanzarote, un pezzo di paradiso terrestre dell’Arcipelago delle Canarie.

Si tratta di un isolotto immerso in mezzo alle acque limpide, profonde e calde dell’Oceano Atlantico. Beh, scommetto che stai già sognando ad occhi aperti, non è così?

Prepara le valigie e vola sull’isola di Lanzarote, qui troverai un fantastico paesaggio ameno, una riserva naturale e marina ambitissima dai turisti che, ogni anno, affollano le spiagge e la riviera costiera dell’Arcipelago delle Canarie.

Insomma, una vera chiccheria ed oasi di relax e divertimento per chi ama tanto sole, mare e spiaggia.

isole canarie mappa

L’isola di Lanzarote, del resto come le altre sei isole che costituiscono le Canarie, è situata nell’Oceano Atlantico al largo dell’Africa nord-occidentale.

Grazie alla posizione geografica, Lanzarote è situata lungo il percorso dell’Aliseo di Nord Est e gode del suo effetto di raffreddamento, riuscendo così a mantenere le temperature giornaliere a livelli temperati.

Ottimo clima a Lanzarote: senza questi benefici il clima dell’isola assomiglierebbe a quello del Sahara, fortunatamente il venticello refrigera l’isola di origine vulcanica.

Tuttavia, non è sempre così, in quanto ogni anno sono diverse le tempeste di sabbia che si abbattono sull’isola di Lanzarote e fanno salire le temperature anche a 40°C. In climatologia si parla di Calima.

Infatti i giorni in cui c’è la Calima oltre al caldo soffocante, nell’area c’è una spezie di nebbia formata della sabbia che viene dal deserto del Sahara.

Tuttavia, per il resto dell’anno il clima è ottimo, le piogge sono quasi assenti e sono concentrate soprattutto in inverno: si stima che su 365 giorni piova solo 8 giorni e per sole 2 ore al giorno.

Il fattore climatico attrae migliaia flussi di turisti che provengono da ogni parte del mondo per trascorrere una splendida vacanza rilassante in uno dei paradisi marittimi del mondo.

Lanzarote, gioiello vulcanico dell’Atlantico

Tutte le sette isolette che costituiscono l’Arcipelago delle Canarie sono dal punto di vista geologico ed orogenico di origine vulcanica.

Lanzarote è l’isola che si trova più a settentrione rispetto alle altre, ha un paesaggio veramente meraviglioso e lunare, oltre che scenografico. Proprio la sua origine vulcanica connota la morfologia ed il paesaggio paradisiaco immerso nelle acque dell’Oceano Atlantico ed è lo scenario perfetto anche per i riprese di importantissimi films di Hollywood sulla Luna e paesaggi lunari.

Vulcani, grotte, carillon, spiagge di sabbia bianca, spiagge di sabbia nera, acque cristalline attraggono ogni anno migliaia e migliaia di turisti che gravitano sull’isola alla scoperta delle preziosità naturalistiche e faunistiche di Lanzarote.

Dichiarata Riserva della Biosfera dall’UNESCO nel 1993, l’isola è nota da sempre per il suo continuo impegno volto al rispetto ed alla responsabilità del patrimonio ambientale.

Lanzarote rispetto alle altre isole di origine vulcanica si distingue per la ricerca del giusto equilibrio tra lo sviluppo del turismo e la conservazione del patrimonio ambientale.

Questa continua ricerca e rispetto della biodiversità e dell’ambiente naturale rendono Lanzarote un paesaggio mozzafiato, una terra di vulcani e di spiagge.

Tra le lingue sabbiose, le distese aride e brulle, i crateri, le formazioni rocciose, vulcani e l’attività geotermica, Lanzarote è la più lussuriosa “isola di fuoco” raffreddata dalle onde dell’Oceano Atlantico.

Grazie alla Calima ed alle raffiche di vento caldo, le onde possono raggiungere dimensioni ed altezze record. Questo fa sì che l’isola sia un’ambita meta turistica prediletta da appassionati ed esperti di wind surf, di vela, e di ogni altra attività sportiva e ricreativa.

Di qui, la sua connotazione di essere una destinazione di sole, di spiaggia e, soprattutto di mare. Surf, windsurf e kitesurf, campi da golf, numerosi percorsi (per ciclisti e pedoni) perfettamente preparati, pesca sportiva ed immersioni, osservazione delle balene (whale watching), escursioni in canoa, noleggio barche e tanti eventi sportivi di fama internazionale.

Le migliore spiagge di Lanzarote

Le principali località che sono maggiormente prese d’assalto sull’isola di Lanzarote e che puoi prendere in considerazione come ambite mete turistiche sono ubicate sul versante sud-orientale dell’isola: Puerto del Carmen, Costa del Rubicón e Costa Teguise. 

Puerto del Carmen

Puerto del Carmen al Sud dell’isola e con i suoi 7km di costa è la principale zona turistica di Lanzarote.

Tra le sue spiagge più famose si trovano: Playa Blanca e la Playa de los Fariones.

Playa Blanca, più conosciuta come Playa Grande, già che conta con una lunghezza di quasi 1200 metri, è jna vera oasi di relax.  Una spiaggia bellissima, ben attrezzata, con facile parcheggio ed accessibile anche ai disabili.

Una delle spiagge più famose dell’isola di Lanzarote caratterizzata dalla tipica sabbia bianca e rocce scure, tipiche delle cartoline dal Caraibi. Scelta come un vero e proprio paradiso dove rilassarsi e dimenticarsi di tutti i problemi.

Si trova al sud dell’isola, di fronte all’iosla di Fuerteventura, nello stretto di Bocaina.

Appartiene al municipio di Yaiza, famoso storicamente già che fu il primo insediamento degli Spagnoli prima della conquista.

playa blanca lanzarote

Consigliata per le famiglie con i bambini data la sua pulizia e la presenza di acque cristalline.

Nelle giornate più chiare, si può anche vedere l’isola di Fuerteventura, la quale è facilmente raggiungibile in non più di mezz’oretta in barca.

La spiaggia Playa Blanca ha ricevuto la bandiera blu per molti anni consecutivi.

Costa del Rubicón

La costa del Rubicón si trova nel sud dell’isola, nel municipio di Yaiza, molto vicina a Playa Blanca. Si stende da Janubio fino alla Punta de Papagayo.

Questo tramo di costa è formato da un insieme di piccole cale separate tra di loro da una seri di scogliere. Infatti ad alcune spiagge unicamente si può accedere a piedi.

migliore spiagge lanzarote

La spiaggia più famosa tra tutte è la Playa de Papagayo (foto a sinistra) la quale è semplicemente. spettacolare. Una piccola baia in forma di mezza luna, con sabbia dorata ed acque cristalline ideali per fare snorkel.

Tra l’altro, è una delle spiagge di più facile accesso in macchina e in più dispone di parcheggio ed anche un chiringuito molto carino.

Devi sapere però che Papagayo è una delle spiagge nudiste di Lanzarote, quindi non ti sorprendere se trovi qualcuno un po’ leggero… Uomo avvisato, mezzo salvato!  🙂

Costa Teguise

Si trova a 6 km al nord dalla Capitale Arrecife e a 14 km dall’aeroporto dell’isola. Lungo questa costa ci sono 4 grande spiagge: Playa de las Cucharas, Playa de los Charcos, Playa Bastián e Playa del Jablillo, quest’ultima la più tranquilla di tutte.

costa teguise

Infatti la foto qui a sinistra è la Playa del Jablillo.

Tutte e 4 comunque hanno delle caratteristiche simile:   Spiagge naturale, anche piscine naturale con la sabbia bianca o dorata  ed acque cristalline.

Spiagge di una vera bellezza che non ti lascerà indifferente.

Sei ancora lì? Vedrai che ti convincerai ancora di più leggendo il proseguo della guida avente ad oggetto l’approfondimento sulle migliori spiagge di Lanzarote da visitare e sulle località del divertimento nell’isola.

Le migliori spiagge per chi ama la tranquillità

Se ami la tranquillità ed il relax, la natura paesaggistica ed il contatto con la natura, ecco le migliori spiagge che puoi prendere in considerazione per vivere una vacanza di assoluta tranquillità.

La prima che ti segnaliamo e che puoi farti sfuggire è la Playa de Guacimeta, particolarmente famosa per chi ama il nudismo e il naturismo. Ventilata e caratterizzata da sabbia bianca e molto fine, è vicinissima all’aeroporto e una delle prime mete dei turisti e visitatori dell’isola di Lanzarote.

Bellissima ed “incontaminata” è la Playa de la Concha, una spiaggia accessibile a tutti, nota per le sue tonalità cromatiche brillanti di colore dorato.

Frequentata soprattutto dalla gente autoctona, ha dimensioni ridotte ed è protetta, per questo è consigliata per chi è ama la tranquillità, il relax e il silenzio.

Consigliatissima è la Caleta del Mojon Blanco: si tratta di una distesa e lingua sabbiosa particolarmente frequentata dalla gente del posto ma è frequentabile, anche, dai flussi di turisti che ogni anno assaltano Lanzarote.

mojon blanco lanzarote

Formata da diverse spiagge ed insenature naturali, testimoni dell’attività vulcanica dell’isola, la spiaggia bianca e l’ambiente è tranquillo e perfetto per il relax.

Raccomandabile anche alle famiglie con i bambini che vogliono giocare tranquillamente sulla spiaggia senza “disturbare” i vicini di ombrellone. Anche se devono fare molta attenzione con le rocce.

Nel Sud dell’isola di Lanzarote è possibile frequentare e visitare la famosissima Playa del Reducto, una spiaggia ampia che si trova nei pressi della capitale dell’isola, Arrecife.

Il fondale pietroso è piuttosto profondo e si consiglia una buona dose di cautela prima di immergersi nelle acque trasparenti dell’Oceano Atlantico, specie se non si è abili nuotatori. Nonostante sia una spiaggia abbastanza tranquilla, Playa del Reducto è prediletta ed affollatissima dalle persone locali che lavorano negli uffici, specie durante l’ora di pranzo.

Sempre nel Sud dell’isola di Lanzarote, si consiglia Playa Flamingo, una spiaggia bianca e protetta da moli, particolarmente frequentata dai villeggianti e sempre affollatissima. Questa spiaggia è la dimora di molti hotel e strutture di villeggiatura ma è ideale trascorrere giornate tranquille e di mare.

spiagge belle lanzarote Nel settentrione dell’isola di Lanzarote si può visitare e frequentare la Playa de la Garita, una spiaggia abbastanza tranquilla e comoda da raggiungere. Sulla distesa sabbiosa è possibile trovare diverse strutture moderne.

Per questo motivo, la spiaggia è presa d’assalto dalla folla e, rimane un’ottima location per prendere il sole, per rilassarsi e per fare tanti tuffi nelle bellissime acque trasparenti. Ideale anche per le famiglie con bambini.

Le migliori spiagge per sport acquatici

Se sei amanti di wind surf, esperto di vela, appassionato di pesca e di immersioni subacquee non puoi fare a meno di visitare le seguenti spiagge dell’isola di Lanzarote:

La laguna di La Santa

Si tratta di un’estensione di circa 4 Km, situata a nord di Tinajo: una spiaggia densamente popolata dagli amanti del surf e kite-surf per il vento che soffia e favorisce onde record. Non solo, anche per i nuotatori più esperti, è possibile lanciarsi in eccitanti nuotate al largo dell’Oceano Atlantico ma, attenzione agli squali!

Playa de Las Cucharas

Si può dire che questa spiaggia è tra le più frequentate ed amate dai turisti e dagli amanti del wind-surf e kite-surf, tanto che ospita sia i bagnanti e villeggianti che gli esperti ed appassionati di wind surf.

Vicino alla spiaggia è possibile trovare ristoranti, bar, negozi e scuole di wind-surf.

Playa de Famara

Si trova al nord di Lanzarote ed è considerata una delle spiagge più note e frequentate dell’isola.

famara lanzarote

Un vero e proprio villaggio di pescatori, è famosa per essere il ritrovo e centro di gravità per gli amanti del kite-surf.

Il forte vento e le onde record rendono impraticabile fare il bagno e la rendono la spiaggia ideale per fare surf.

Tantissimi sono anche i bungalow che si trovano sulla riviera costiera e spendere una vacanza indimenticabile su questa isola meravigliosa.

Le località del buon cibo e… la fiesta!!!

Al giorno sole, spiaggia e mare, la notte tanto divertimento: è questa la vita paradisiaca di Lanzarote.

Sull’isola puoi trovare tantissimi locali di divertimento notturno: ristoranti, bar, pub, lounge bar, night-club e le discoteche, di cui ti parlerò tra poco.

Ma come buon Italiano che sei, il buon cibo può fare la differenza nelle tue vacanze per cui vorrai sapere i piatti più tipici e deliziosi da assaggiare giusto?

Bene, allora continua a leggere questo articolo.

Lanzarote è sicuramente sinonimo di bontà gastronomica e di eccellenze agroalimentari: famosa è la coltivazione di vigne molto particolari appellate Geria.

Geria Lanzarote

Un modo unico e molto particolare di coltivare l’uva.

Si tratta di  piccoli muretti circolari preparati dall’uomo per proteggere i vigneti dal vento, all’interno di una buca, sul fondo cresce la vite che produce vino malvasia, un tipo di vino bianco molto gradevole e leggero.

Ci sono anche le varietà più dolce, ideale per accompagnare appunto i dolci anche se la maggior parte delle volte si trova nella versione più secca, quella che miglior  si abbina con una ricetta gastronomica locale a base di pesce o di pollo.

cibo tipico lanzarote

E parlando di cibo, se siete nella zona del Parco Nazionale del Timanfaya, dovrete andare al ristorante El Diablo, dove sia il pesce che la carne sono semplicemente spettacolari, già che vengono cotti in un modo unico al mondo: utilizzando il caldo geometrico che viene fuori dalla terra.

A soltanto 15 metri di profondità, il caldo arriva ad una temperatura di 600 gradi.

Un’altro piatto molto tipico a base di pesce è il Sancocho, pesce alla griglia (normalmente cherne, un tipo di pesce tipico delle acque dell’Atlantico) con un contorno a base di patate servite con mojo verde e rosso e gofio (un tipo di farina di cereali che può accompagnare quasi tutto).

Queste patate sono le famose “papas arrugadas” (una varietà di patata dell’isola, bollita con la pelle in acqua molto salata e servite con mojo verde o rosso piccante oppure con alioli, cioè maionese all’aglio).

Il gofio si può trovare in versione salata come ad esempio el escaldón de pescado (cioè gofio e pesce strapazzati) o dolce come la mousse o il gelato, il quale devo dire che è assolutamente delizioso.

Garbanzas (cecci con carne e chorizo) Ropa Vieja (garbanzas più secche e con pollo) Churros de Pescado (pastela fritta a base di pesce) Croquetas di tutti i gusti; Patelle alla griglia servite con mojo verde; la carne cabra en salsa con papas (cioè carne di capra con le patate) e las carajacas (fegato di vitello o di cerdo cucinato con pane e mojo).

Inoltre, ricordati di degustare molti prodotti tropicali: dalla frutta esotica, come le banane, ananas, papaya, avocado, mango e platano fino alla grande varietà di succhi di frutta tropicali e tanti altri prodotti tipici, come il miele di palma, la marmellata di cactus, la crema di banane tropicali,

Ti consiglio anche di assaggiare anche il succo di aloe, preparata secondo l’antica ricetta sacra degli indigeni Guanci. Il succo di aloe è usato come bevanda energetica, oltre che per l’azione lenitiva e rilassante.

Adesso che già sai cosa mangiare devi soltanto scoprire i posti da dove andare.

A continuazione troverai i posti che secondo me sono i migliori per assaggiare i piatti più buoni.

La Era è uno dei ristoranti consigliati per chi vuole provare le specialità gastronomiche locali. Cucina semplice e casareccia ed ambiente molto carino. Si trova nella zona di Yaiza.

Per chi volesse gustare le specialità di pesce fresco può optare per il Ristorante El Charcón ad Arrieta, un bellissimo e piccolino paese di pescatori al nord dell’isola nel comune di Haría.

Invece per chi ama la cucina europea e quella canarese, è possibile frequentare La Ponderosa, a Puerto del Carmen. Un bellissimo ristorante lungomare dove il cibo è molto fresco ed i prezzi assolutamente ragionevoli.

Anche nella  periferia di Puerto del Carmen, esattamente al porto sportivo di Puerto Calero, si trova il ristorante El Tomate, che offre piatti locali ed internazionali di eccellente qualità e rinomanza. Inoltre la situazione, lungomare in questo porto lo rende speciale.

E dopo cena che fare? Quattro salti “in pista” nelle bellissime discoteche dell’isola di Lanzarote: il Paradise Beach Club è una rinomata discoteca molto suggestiva, situata a Puerto del Carmen, uno dei centri turistici più affascinanti dell’isola.

Qui potrete divertirvi, ballare tutta la notte e gustare ottimi drinks e cocktails esotici, specialità del club.

Anche se Io personalmente preferisco il Cafè La Ola, a Puerto del Carmen.

bar fiesta lanzarote

Una delle location più esclusive dell’isola di Lanzarote, davanti al mare con una atmosfera molto accogliente e veramente unica.

Una decorazione un tanto Zen con dei comodissimi letti chillout davanti al mare.

Da evitare se vuoi veramente ballare, già che se bevi e ti rilassi su questi meravigliosi lettini, puoi addormentarti molto facilmente.

Comunque il posto perfetto per socializzare e godersi un buon cocktail o cubata (rum e cola) con una vista semplicemente mozzafiato.

Spiagge Lanzarote: conclusioni finali

Dopo aver letto questo articolo sulle migliori spiagge di Lanzarote spero davvero che  ti sia piaciuto e che abbi le idee chiare per organizzare ad hoc il tuo soggiorno di mare, sole e spiaggia sulla fantastica Isola di Lanzarote.

Come avrai compreso, al giorno puoi dilettarti in spiaggia, rilassarti sotto i caldi raggi di sole e fare i tuffi nelle acque profonde e cristalline dell’Oceano Atlantiche che circonda la famosa e bellissima isola di origine vulcanica.

Le spiagge sono una riserva naturale davvero spettacolari, un paradiso per chi ama una vacanza di relax e si porta i bambini.

E per chi è esperto di sport acquatici? Lanzarote offre anche a chi, come te, ama fare sport in spiaggia tante attrazioni naturali e strutture per praticare wind surf, vela, pesca ed immersioni subacquee.

Sia che prediligi le spiagge situate nel Settentrione che nel Meridione di Lanzarote, puoi praticare le attività sportive che visitarle come comune turista alla ricerca della pace e della serenità.

La notte? Tanto divertimento: ottima la cucina locale tipica canarese, tanti piatti e prelibatezze da gustare, ottimi i secondi di pesce e i dessert di frutta tropicale.

Dopo il ristorante, d’obbligo una bella serata in un bel chiringuito de playa (un bare nella spiaggia) un pub o una discoteca, perché il divertimento è davvero assicurato!

Prepara le valigie e prenota l’aereo per Lanzarote, ma ricordati la crema e gli occhiali da sole!

Buona vacanza amigos!

Marta 🙂

 

 

feria malaga

Hola a todos y bienvenidos a Spagnatour. In questo articolo di oggi, Agosto in Andalusia, le feste da non perdersi assolutamente, vorrei mostrarvi tutte le cose belle da fare durante la vostra visita alla mia bellissima regione.

Cominciando dalla città di Malaga, la cui può essere la vostra città di arrivo grazie al suo ben collegato aeroporto internazionale, vi parlerò dei principali festival e feste che si svolgeranno largo e lungo il sud della Spagna in questo caldissimo mese di estate.

Siete pronti? e via ….. vamos!! 🙂

Malaga

Feria Malaga (12-19 Agosto)

Senz’ombra di dubbio è la regina di tutte le feste a Malaga e veramente vale la pena venire alla capitale della Costa del Sol durante questa settimana.

Seguendo i parametri delle altre ferie Andaluse, come ad esempio il Corpus di Granada, la feria di Malaga si divide in due:

Festa di giorno, nel centro storico della città (12.oo-18.oo) essendo secondo me, la parte più bella e caratteristica.

Festa di notte, dove tutto si sposta nel recinto ferial, al di fuori della città, nella zona di Cortijo de Torres. Altro alle già famose casetas di cibo e musica, ci sono anche delle giostre.

La sera del Sabato 12, ci sarà el alumbrado del ferial, cioè la porta principale al recinto feriale fatta da migliaia di lampadine, verrà accesa per prima volta inaugurando ufficialmente l’inizio della feria di Malaga.

Penso che come festa folkloristica, sia molto più bella la festa durante il giorno, partendo dalla Calle Larios, ma anche in numerose piazze del centro come la Plaza de la Constitución, Plaza las flores,  Plaza del Obispo… etc, tutte intorno alla zona della cattedrale.

Musica di flamenco, uomini e donne indossando i vestiti tipici, bicchieri piccolini appesi al collo dove viene servito un vino bianco freddo buonissimo… insomma, un ambiente ideale per spendere una giornata bellissima e molto caratteristica.

Per pranzare, oltre ai numerosi bar della zona, ci sono “ristoranti improvvisati” all’interno delle scuole e liceo della zona, creando una atmosfera molto particolare. Il cibo che offrono è sostanzialmente panini, carne e paella.

Il bello di questa festa è che tutti, assolutamente tutti, partecipano, sia ballando, cantando che battendo le mani.

Una atmosfera molto accogliente ed unica che di sicuro non vorrai perderti.


festa malaga agosto

 

La musica al vivo della festa giornaliera finisce verso le 6 di pomeriggio, poiché dalle 9 di sera in poi, la maggior parte delle persone si spostano al di fuori della città, al recinto ferial. 

Si può anche andare al recinto ferial durante il giorno, dove decisamente troverete posti dove pranzare ma a me personalmente piace di più la festa di giorno nel centro storico.

In questo recinto feriale si trovano numerose casetas, cioè una spezie di baracca dove ci sono dei tavoli e sedi tipo ristorante, un bar dove prendere da mangiare e bere ed un piccolo palcoscenico dove un gruppo di musica canta musica di flamenco in vivo e la gente balla.

Le casete si possono dividere in due: quelle tradizionale (musica di flamenco e cibo tipico del posto) e quelle più mondane, cioè musica di discoteca e senza tavoli per mangiare. Ovviamente questo tipo di casete sono i preferito per i più giovani.

Ricordati che una volta finita la festa (non prima delle 6-8 del mattino) e prima di andare a dormire, è tradizione di fare colazione con i famosi churros con chocolate che di sicuro, troverai da per tutto nel recinto.

Per ulteriori informazione sulla programmazione di tutta la settimana, clicca qui 

Canela party (3-5 Agosto)

Malaga, Costa del Sol, prima settimana di Agosto e tutti si mascherano e festeggiano quello che sembra un carnevale estivo, tranquillo non è una illusione prodotta dal caldo è…. il Canela Party!

Una festa molto divertente, durante 3 giorni, in cui tutti piccoli e grandi si mascherano e ballano con la musica al vivo delle miglior bande nazionali ma non solo.

Una “pioggia” di confetti chiude ogni giornata alle luce dell’alba.

canela party malaga agosto

Il primo giorno, Giovedì 3 i concerti sono nella sala Velvet Club, nel così detto Tempio dell’indipendenza musicale.

I concerti questo giorno sono a pagamento e la festa è più adatta ai maggiorenne.

Invece, il secondo giorno, è la giornata dedicata a tutta la famiglia, dove genitori, figli eppure le mascotte indossano una maschera.

Questa giornata si svolge nel conservatorio Eduardo Ocón, nella zona del Palo, e non c’è bisogno di comprare il biglietto, già che tutto è gratuito.

Il terzo ed ultimo giorno, il Canela Party si svolge nella Sala Parìs, nel centro di Malaga, appena 5 minuti a piedi dalla cattedrale.

Il mio consiglio è che si venite in famiglia con dei figli è meglio andare il secondo giorno invece, se siete un gruppo di amici, qualche giornata va bene.

Per ulteriori informazione su i gruppi di musica, biglietti, prezzi, orari… clicca qui.

Frigiliana: la Festa delle 3 culture (24-27 Agosto)

Questo anno si festeggia 12 anni consecutivi di questa festa popolare nella città di Figiliana a Malaga.  Frigiliana si trova a una cinquantina di chilometri dalla capitale, molto vicina a Nerja.

Cristiana, Araba ed Ebraica sono le 3 culture che durante i secoli hanno dato forma all’attuale cultura in Spagna.

feste malaga agosto

Una festa molto caratteristica, interessante e divertente  dove  ci sono attività per tutta la famiglia.

Una ruta della tapa in cui partecipano un totale di 20 bar, oltre alle bancarelle con cibo tipico delle 3 culture.

Un vero e proprio paradiso per gli ammanti del cibo etnico.

C’è anche un mercato artigianale dove si trovano dei prodotti tipici delle 3 culture in più di 100 bancarelle, concerti in vivo, delle sfilate acrobatiche, e tante altre attività per i più piccoli, ma non solo.

Ronda: Corrida Goyesca y fiestas de Pedro Romero (28 Agosto – 3 Settembre)

Ronda, la città dei strapiombi una delle città più belle della provincia di Malaga, festeggia gli ultimi giorni di Agosto la festa più autentica e caratteristica.

Si tratta di una festa unica in Spagna, già che non è in onore di un Santo ma di due personaggi famosissimi nella storia di Spagna: il torero nato a Ronda, Pedro Romero ed il pittore più famoso del paese, Francisco Goya.

Quest’ultimo aveva pitturato al torero in numerose occasioni diventando anche grandi amici.

Ovviamente e visto il suo carattere taurino, in questa festa ci sono delle famose corride che ancora oggi e nonostante la cattiva reputazione in tutto il mondo, qui in Andalusia sono un forte segno di identità.

feste agosto ronda Ma tranquilli, venire a questa festa non significa dover vedere per forza una delle corride. Potete vedere delle bellissime sfilate di cavalli di razza che tirano dei carrelli dell’epoca dove donne indossano dei vestiti e accessori tipici come quelle donne dell’alta borghesia protagoniste delle opere di Goya.

La festa si svolge durante la giornata nel centro della città, nella zona del quartiere El Mercadillo, invece la sera, tutto si sposta al recinto feriale, dove casetas, musica folkloristica, ballo e cibo sono  i veri protagonisti.  

Si tratta di una festa di interesse turistico a livello Nazionale per cui a volte è difficile per non dire impossibile trovare una stanza nei alberghi della città, a meno che pernotti in anticipo.

Ma tranquilli, città come Marbella, Benahavis oppure Estepona sono abbastanza grandi e vicine da Ronda, tutte e tre ad appena una sessantina di chilometri, anche se la strada non è autostrada ma una stradina secondaria tra i monti. Altamente sconsigliata per tutti quelli che soffrono male di mare in macchina.

Siviglia

Ferragosto a Cantillana

Questa città si trova a una trentina di chilometri al nord di Siviglia.

Ferragosto si festeggia in tutte ed ognuna città della Spagna, sia nord che sud, ma qui in Andalusia è molto più attraente e caratteristica, già che la Spagna meridionale ha una forte tradizione religiosa.

In qualunque città vi trovate il 15 Agosto vedrete la tipica processione religiosa dove la statua della Madonna viene portata per le strade principali della città.

Se vi trovate a Malaga ad esempio, e visto che Ferragosto entra dentro della settimana di Feria, di sicuro vi piacerà la processione.

Allora, perché sto scrivendo su Cantillana in particolare? bene, ovviamente non per il suo clima, il quale è di un caldo torrido durante l’estate, ma più per la sua particolarità e addobbi della città in questo giorno, dove in tutte le strade ci sono delle bandiere bianche e blu.

Una piccola “Semana Santa” in estate dove le donne che partecipano nella processione indossano la famosa “mantilla” un telo di pizzo nero che portano a modo di velo tipico della cultura spagnola.

ferragosto andalusia feste Ma per tutti quelli che piaccia più l’idea di spendere la giornata di ferragosto al mare, sappiano che la notte prima, quella del 14, a mezza notte a Cantillana, si svolge un’altra processione che parte dall’eremo di San Bartolomé, situata nel centro storico della città, fino ad arrivare alla chiesa dell’Assunzione, come vedete in questa foto sopra.
 
Cadice

Carreras en Sanlúcar de Barrameda (3-19 Agosto)

Una festa molto particolare e caratteristica già che la corsa dei cavalli si svolge in un ippodromo naturale, cioè sulla linea della costa, nella spiaggia di Las Piletas, dopo le 18.30.

Durnate queste giornate si svolgno una ventina di corse dove 85 cavalli pura razza si sfideranno per il primo premio.

Quest’anno si festeggi il 172 anniversario di questa famosa  festa.

Le giornate competitive vengono divise in due cicli: il primo, di 3 giorni la prima settimana di agosto (3, 4 e 5) ed il secondo, altre 3 giornate durante la seconda metà del mese (17, 18 e 19).

Ovviamente ogni anno la data può cambiare già che il tutto dipende della bassa marea, indispensabile per poter competere comodamente sulla sabbia.

feste popolari agosto cadice

Anche se come me, te non sei un amante delle competizione ippiche, ti posso garantire che questa corsa di Sanlúcar ti lascerà senza parole già che lo scenario di fronte al famoso Parco Naturale di Doñana, all’ora del tramonto è veramente mozzafiato.

Con un pubblico di 30.000 persone, i ticket si possono comprare sulla web, costano una decina di Euro, essendo gratuita per i bambini sotto i 10 anni.

Almeria 

Feria de Almeria (18-26 Agosto)

Come succede con la feria de Malaga oppure quella di Granada, la feria di Almeria si svolge durante una settimana e se divide in due:

Feria di Giorno (12.00-18.00) nel centro storico della città nel così detto Paseo de Almeria, nei dintorni della cattedrale dove diversi gruppi di musica suonano in vivo e la gente balla.

Feria di notte (dopo le 21.00) nel recinto ferial, cioè una zona abilitata appositamente al di fuori della città, dove oltre alle casete si trovano delle giostre.

Nel caso di Almeria si trova nella zona così detta, Vega de acá, vicino allo stadio dei giochi Mediterraneo.

A differenza di Malaga, ad Almeria, durante la settimana di feria si svolge un festival folkloristico dei Popoli Iberici e del Mediterraneo, dove gruppi di tutto il mondo rappresentano le loro dance ed abitudini ai cittadini di Almeria.

feria almeria agosto

Il mercoledì di Feria, cioè il 23 Agosto, comincia uno dei mercatini più caratteristici cioè il mercato di ceramica popolare, dove partecipano artigiani Spagnoli, Portoghesi e Marrochini.

Un vero paradiso per gli ammanti dell’artigianato.

 

Agosto in Andalusia,  le feste da non perdersi: Conclusioni finale

Dopo aver letto questo articolo, il divertimento ad Agosto in Andalusia è più che garantito. Di tutte le feste a cui puoi andare, la feria di Malaga, penso sia senz’ombra di dubbio la miglior e più caratteristica. Ovviamente e visto la data (durante la settimana di ferragosto) è una delle feste più affollate di tutte, per cui se in realtà cerchi una vera e propria feria Spagnola senza troppa gente, forse la soluzione migliore sia quella di Almeria.

Alla fine la dinamica della ferie, si ripete di continuo in tutte le città Andaluse, e la tipicità del flamenco è sempre la stesa.

Spero ti sia piaciuto questo articolo e se veramente pensi che può essere utile a qualcun’altro, non esiti di condividerlo.

Grazie mille e buone vacanze amigos!

Marta 🙂

 

 

migliori spiagge furteventura

Un articolo di Spagnatour sulle migliori spiagge di Fuerteventura, una delle sette isole che compongono l’arcipelago canario. Preparati alla partenza per una vacanza alle Canarie. Buona lettura!!!

Sei in partenza per le vacanze o stai organizzando il tuo viaggio di relax? Bene, allora se non ti sei ancora organizzato prendi in considerazione come meta turistica l’Arcipelago delle Canarie, in particolare l’isola di Fuerteventura.

Un vero e proprio paradiso immerso nell’Oceano Atalantico, Fuerteventura è un’isola subtropicale dell’Arcipelago delle Canarie (Spagna).

La sua popolazione autoctona è di 107.367 abitanti (2015), la capitale dell’isola è Puerto del Rosario (Puerto Cabras fino al 1956), oggi l’isola è una meta ambita dai flussi di turisti provenienti da ogni parte del mondo.

Politicamente fa parte della provincia di Las Palmas e al suo interno si annoverano ben sei municipalità: Antigua, Betancuria, La Oliva, Pajara, Puerto del Rosario e Tuineje.

In tutta l’isola, si possono trovare tante strutture alberghiere-ricettive, strutture abbastanza grandi, organizzate con ogni tipo di comfort. Dotati di ogni amenità, si può davvero soggiornare e vivere una settimana di relax, davvero da paradiso!

Ristoranti, bistrot, bar, lounge bar, casino, disco e ogni altro locale serale e notturno di divertimento, per una vacanza davvero da sogno!

Fuerteventura è davvero molto ospitale e consente di rilassarsi, di fare i tuffi nelle calde acque dell’Oceano Atlantico, di farsi accarezzare dalla brezza marina e di beneficiare dei raggi solari che ogni giorno consentono di abbronzarsi.

Uno scenario davvero unico: con una superficie di 1.659 km², Fuerteventura è la seconda isola delle Canarie più grande per dimensioni dopo Tenerife.

La sua vicinanza alle coste africane fanno sì che la stessa Fuerteventura sia calda e soleggiata tutto l’anno, scarse sono le piogge: inesistenti in estate, in media piove 18 giorni all’anno, quasi tutti concentrati a febbraio.

Proprio per questo, Fuerteventura è la zona europea con la maggior quantità di ore di luce, 3.000 ore di sole all’anno. Uno dei migliori climi del mondo tali da spingere, molto spesso, pensionati e giovani a trasferirsi sull’isola come residenti.

Fuerteventura: un paradiso in mezzo all’Atlantico

spiagge furteventuraUna delle più belle isole che costituiscono l’Arcipelago delle Canarie è Fuerteventura, un paradiso insulare in mezzo all’Oceano Atlantico dal clima subtropicale, una vera e propria oasi di relax, di sole e di benessere.

Uno dei più bei posti al mondo da visitare in cui soggiornare e dimorare per una settimana o più, tempio ambito dei surfisti e paradiso per i pensionati italiani che decidono di vivere la loro età pensionabile a Fuerteventura.

Assieme a Lanzarote è l’isolotto di origine vulcanica più arida delle Canarie: poco abitata, le principali attività praticate sono l’agricoltura (frutta, ortaggi), la pesca e il turismo.

Con una superficie di 1.659 km² Fuerteventura è la seconda isola delle Canarie per dimensioni dopo Tenerife e la più vicina alle coste africane da cui dista 97 km. A nord-est, a soli 6 km di distanza, si trova la piccola isola di Lobos, la cui superficie è di 4,58 km² e che dipende da Fuerteventura.

Per quanto concerne il clima, Fuerteventura è, secondo i climatologi, uno dei migliori posti dove poter abitare. Sole e caldo tutto l’anno, qualche giornata di pioggia concentrata soprattutto nella stagione invernale (non più di ore a giornata), i famosi alisei estivi e le onde di marea invernali dell’Atlantico fanno dell’isola, per tutto l’anno, un vero “paradiso dei surfisti”.

Ricordatevi sempre di utilizzare le protezioni solari per evitare che i caldi raggi di Sole vi possano cagionare scottature. Soprattutto, nei caldissimi mesi estivi di luglio e di agosto, le temperature “sfiorano” punte massime, ma un gradevole venticello attutisce la sensazione di percepire realmente i 40 gradi.

Surfisti, Velisti, subacquei e pescatori sono costantemente attratti dalle limpidissime acque dell’Oceano Atlantico, meraviglioso habitat di balene, delfini, pesci spada e tartarughe e, attenzione …. agli squali! E’ facile imbattersi, specie al largo delle profonde acque oceaniche, in specie squaliformi ma, niente panico!

Sull’isola il paesaggio naturale non è da meno: tantissime specie di animali e vegetali sono rari ed unici esemplari, patrimonio prezioso di Fuerteventura e di tutta l’umanità.

Una preziosità ed una rarità che richiede l’attenzione dei visitatori; la biodiversità è un elemento che contraddistingue questo paradiso marino e terrestre. Aquile pescatrici, soprannominate nella lingua locale “guincho”, volano ed imperano sulle foreste di lauri. Si tratta di una specie di rapace più raro di tutto l’arcipelago in pericolo di estinzione.

A Fuerteventura è possibile ammirare l’uccellino canario, le farfalle come la Cleopatra Canaria e tante altre specie faunistiche uniche e rare. Per quanto concerne la flora, anch’essa è assai preziosa: ricordiamo il classico Cespuglio Bianco, la Cresta de Gallo, il Drago, la famosissima Palma delle Canarie che rappresenta il simbolo di tutto l’arcipelago.

Per non parlare poi delle bellissime ed amene distese di sabbia che permettono ai turisti di rilassarsi e di vivere una vacanza da sogno!

Le migliori spiagge di Fuerteventura per il relax

Come avrai capito la vita sull’isola di Fuerteventura, del resto come per tutte le altre isole dell’Arcipelago delle Canarie, è veramente da sogno e da relax.

Il paesaggio naturale, il clima, il sole e le spiagge rendono Fuerteventura davvero ospitale e rilassante: trascorrere una settimana in vacanza su questa isola permette di dimenticare la routine frenetica della vita quotidiana. Ecco uno dei tanti motivi per soggiornarci!

Fuerteventura è un’oasi di spiagge: tantissime distese di sabbia che sembrano delle lingue sabbiose permettono ai turisti di fare bagni, di prendere tanto sole, di riposarsi e, soprattutto, di praticare tanto sport acquatico.

Per chi ama il relax si annoverano tantissime spiagge dedicate a chi ama stare assolutamente isolato dai flussi di turisti: ideale è la spiaggia di Cofete, ubicata nell’estremo sud-ovest, il fascino di questa distesa sabbiosa è dato dal fatto che è deserta, ventosa, con onde tumultuose che “minacciano” il colore dorato intenso della sabbia.

Sebbene si trovi tra le strade sterrate, potete noleggiare un’auto sull’isola e raggiungere la spiaggia di Cofete seguendo come riferimento il faro.

Un vero e proprio paradiso isolato, un belvedere imperdibile e unico in quanto è possibile ammirare tutta la riviera costiera di Fuerteventura. Consigliata per chi vuole ritrovare la sua dimensione di selvaggio!

Bellissima è la spiaggia di Ajuy, nel comune di Pajara: ubicata nella costa ovest, qui è possibile rilassarsi e distendersi sulla caldissima distesa di sabbia nera molto caratteristica.

Un luogo davvero ameno, pacato dove poter ammirare il paesaggio incantevole, udire le onde e i suoni canterini degli uccelli, il richiamo del venticello che accarezza la pelle ed i capelli.

Sulla spiaggia di Ajuy sono arenate le barchette dei pescatori, a fare da cornice a questo “quadretto” marinaro vi è il tipico ristorantino dove potete gustare i più buoni e squisiti piatti tipici della cucina delle Canarie.

Un angolo poco turistico ma, sicuramente, la spiaggia di Ajuy è un’oasi inesplorata per i turisti che vogliono rilassarsi ed abbandonarsi alle calde acque dell’Oceano Atlantico.

Pozo Negro è un’altra bellissima distesa sabbiosa che si distingue per la presenza di ciotoli neri, i quali contrastano con lo sfondo delle tipiche case caratteristiche canaresi dalla tonalità chiara.

Anche sulla spiaggia di Pozo Negro potrete davvero distendervi e rilassare i nervi, dopo una giornata di sole e di tuffi, potete sostare in questo luogo incantevole cenando in uno dei pittoreschi ristorantini, le cui cucine emanano un gradevole e squisito odorino di pesce e specialità tipiche delle Canarie.

Anche se la spiaggia di Pozo Negro è poco frequentata da turisti, ne vale davvero la pena rilassarsi su questa spiaggia e ritrovare la propria serenità.

La spiaggia di Calete de Fusta è davvero uno scorcio unico, un paradiso adorabile, una lingua sabbiosa dalle tonalità dorate che si distende per poi immergersi nelle calde acque dell’Oceano Atlantico.

Portatevi una sdraio, ombrellone, occhiali da sole e, soprattutto, una buona crema solare: l’abbronzatura ed il relax sono davvero assicurati.

Spiaggia molto turistica e comoda per rilassarsi e prendere il sole, Calete de Fusta è adatta anche per chi ha bambini piccoli e necessità di tutte le comodità per stare in tranquillità ed in compagnia con amici, conoscenti ed altri turisti.

Bellissimi sono anche gli ombrelloni e sdraio che potete affittare, tantissimi gli alberghi, ristoranti, bar e ogni altra struttura ricettiva ideale per soddisfare ogni vostra necessità ed esigenza.

Consigliata a chi vuole rilassarsi ma, non può fare a meno di una location molto servita e completa di ogni struttura ricettivo-alberghiera. Ideale anche per i piccoli!

Popolate e da sempre animate dai turisti inglesi, le spiagge di Corralejo offrono delle distese sabbiose dorate, ideali per chi ama la comodità ed il relax.

Nelle spiagge di Corralejo c’è la possibilità di affittare ombrelloni e sdraio, un lungomare sulla riviera vi permetterà di fare passeggiate bagnandovi con le caldissime acque dell’Oceano.

Tantissimi sono i bar e i ristoranti tipici che consentono ai turisti di pranzare o cenare, gustando deliziosi piatti tipici della cucina locale. Qui, potete fare tantissime conoscenze con altri turisti, soprattutto con gli inglesi.

Le migliori spiagge di Fuerteventura per gli sport acquatici

spiagge senza vento fuerteventuraNon solo mare, sole e sabbia per rilassarsi e riposarsi: a Fuerteventura gravitano tantissimi surfisti, velisti, esperti nuotatori e subacquei. Per chi ama gli sport acquatici, Fuerteventura è il vero paradiso e luogo ideale per praticare le proprie attività acquatiche.

Famosissima è la spiaggia di Sotavento che si trova nella costa meridionale dell’isola, nel comune di Pajara, a est della penisola di Jandìa.

Una distesa sabbiosa davvero meravigliosa, lunghissima, è ideale per praticare le gare di sport acquatici: wind surf, vela, nuoto, immersioni subacquee, il divertimento è davvero assicurato! Questa spiaggia è ideale anche per chi ama le feste, dato che sulla spiaggia di Sotavento si organizzano numerosissime serate all’insegna del divertimento e, a ritmo della musica.

Nella parte settentrionale di Fuerteventura è possibile visitare la famosa spiaggia di El Burro, a pochi chilometri da Corralejo.

Una distesa di sabbia dorata presa d’assalto e gremita di molti surfisti e velisti, in particolare per chi ama cavalcare le onde impetuose dell’Oceano Atlantico.

Il sole ed il vento vi permetteranno di praticare i vostri sport acquatici con tutta tranquillità; per chi non ama il vento, potrà ripararsi grazie alla presenza dei famosissimi e peculiari coralitos.

Per chi ama immergersi nelle acque dell’Oceano ed esplorare il paesaggio sottomarino, potrà scegliere la spiaggia di Playa Chica. Qui, le acque sono davvero calde e cristalline: una vegetazione veramente unica, un patrimonio marino davvero unico e raro.

Ne vale davvero la pena soggiornare e visitare la spiaggia di Playa Chica che di distingue per le sue distese di sabbia bianca. Un paradisiaco scenario da cui non vorrete più andarvene.

Meta molto frequentata ed ambita dai surfisti e dagli amanti della vela è la spiaggia di La Pared: lunga spiaggia di sabbia dorata a sud ovest dell’isola, è facilmente raggiungibile in auto.

Oltre alla possibilità di praticare tanto sport in acqua, qui è possibile anche sostare e pranzare o cenare nel ristorante, dotato di piscina e scivoli d’acqua a pochi metri dalla spiaggia.

Spiagge Fuerteventura: considerazioni finali

Grazie a questa guida, sicuramente sarete davvero in grado di muovervi bene sull’Isola di Fuerteventura. Ovviamente, a seconda delle diverse esigenze, è possibile scegliere ed optare per una spiaggia piuttosto che per un’altra.

In linea generale, potete organizzare il vostro viaggio a Fuerteventura optando per distese sabbiose davvero uniche e caratteristiche, dallo scenario paesaggistico unico e prezioso da spiagge più “isolate” e meno gremite dai flussi di turisti.

Le distese sabbiose di Fuerteventura sono veramente amene e tutte in grado di permettere ai turisti di rilassarsi o di praticare uno sport subacqueo; inoltre, sono spesso ben attrezzate e ricche di ristoranti, alberghi, bar ed ogni altro servizio di ricezione.

Molte spiagge consentono di organizzare feste notturne e di cucinare grigliate sulla spiaggia: la musica ed il divertimento sono davvero assicurati!

Non ti abbiamo ancora convinto? Prepara le valigie, occhiali da sole, tavola da surf e via, si parte alla volta di Fuerteventura! Buon Divertimento!

spiagge valenciane

Un articolo di Spagnatour sulle migliori spiagge di Valencia, una delle città spagnole più belle e moderne dell’intero paese. Una destinazione turistica in fase crescente che attira milioni di turisti all’anno. Buona lettura!!!

Partenza per la Spagna?

La “caliente” e divertente regione iberica ti sta attendendo?

Scopri le più belle distese sabbiose della terza città più popolosa della Spagna: Valencia.

Bellissima la metropoli di Valencia, parte dell’omonima Comunità autonoma della Spagna, sorge sul versante orientale della Spagna e si affaccia sul Mar Mediterraneo.

Una città dinamica e moderna, ricca di storia e caratterizzata da dinamismo e vivacità culturale, ogni anno Valencia attrae un flusso sempre più crescente di visitatori e di turismi che giungono da ogni parte del mondo, per visitarla e soggiornarvi.

Splendide le architetture, soprattutto del periodo barocco: Valencia è riuscita a preservare nei secoli, la sua storia e a farsi apprezzare per la sua celebre “movida” spagnola.

Storia e modernità sono i tratti caratteristici ed antitetici che caratterizzano da sempre questo bellissimo capoluogo spagnolo.

La strategica posizione geografica ha sempre favorito il turismo di massa che rimane la principale risorsa dell’economia valenciana. La stagione più affollata è senza dubbio l’estate.

Negli ultimi anni, sono state rivalutate le numerosissime spiagge valenciane che delimitano la metropoli spagnola nel suo lato orientale.

Il clima caldo e la bellezza paesaggistica di Valencia ha dato un fortissimo impulso alla creazione di nuovi spazi turistici balneari: ben tre chilometri di litorale, dotati di ogni tipo di attrezzatura per il divertimento acquatico, accolgono ogni anno milioni e milioni di turisti.

Per non parlare della cucina valenciana, una delle più note a livello internazionale per il suo piatto tipico: la famosissima paella.

La paella valenciana, come si sa, è una preparazione culinaria a base di riso, zafferano, frutti di mare, crostacei, verdure, pollo e coniglio, suino, polpettine di carne e pinoli che deve il nome dal recipiente di metallo in cui viene cotta, il famoso paellero.

Sebbene la paella sia internazionalmente associata a tutta la cucina spagnola, è originaria di Valencia e successivamente, con il trascorrere dei secoli e le influenze gastronomiche degli altri popoli, si è diffusa nel resto della Spagna solo a partire dalla fine del XIX secolo.

Un’altra specialità tipica della cucina valenciana è l’horchata, una bibita molto rinfrescante preparata con acqua, zucchero e chufa, una pianta tipica della vegetazione di Valencia.

Tradizionalmente l’horchata viene servita nella maggior parte dei bar locali, nei chioschetti presenti nelle strade valenciane e nei locali tipici della Metropoli.

Oltre al gusto ed ai piaceri della cucina, Valencia è nota ai turisti per le sue feste, la più celebre e ben conosciuta è quella di Las Fallas, una festa popolare che si celebra in onore a San Giuseppe.

Famosa è anche la Hogueras di San Juan, la festa in onore di San Giovanni che si svolge il 24 giugno. In occasione di questa ricorrenza i valenciani e i turisti si riversano sulle distese sabbiose ed accendono grandi falò. Le origini della festa sono legate al solstizio estivo.

Insomma, un bel viaggio alla scoperta di Valencia è quel che ci vuole per “staccare la spina” dallo stress quotidiano e scoprire le innumerevoli meraviglie che riserva questa regione ai turisti.

Un bellissimo soggiorno a Valencia è quello che ci vuole: tanto sole, mare, spiaggia e tantissimo divertimento per una vacanza da sogno!

Ti senti pronto per questo “viaggio” alla scoperta di Valencia?

Bene, prosegui la lettura della guida ed appunta le informazioni e le mete che prediligi per organizzare al meglio il tuo tour a Valencia.

Valencia: regione ricca di storia e natura

spiagge valenciaCome ti abbiamo anticipato in premessa, la città di Valencia vanta una storia davvero preziosa, le cui fondamenta furono gettate dai Romani nel II secolo a.C., che s’insediarono nella regione.

La stessa denominazione ha subito dei cambiamenti: si è transitati dall’antica Valentia Edetanorum a Balansiya sotto il periodo dei Mori.

Sotto la dominazione dell’Impero romano, l’attuale Valencia conobbe uno sviluppo estensivo nella parte orientale della regione.

Numerose le lotte interne tra Romani e popolazioni autoctone locali, la città venne definitivamente rasa al suolo per poi, essere ricostruita nel I secolo dopo Cristo.

In effetti, proprio in questo periodo, la città visse il suo massimo sviluppo urbanistico ed architettonico grazie all’edificazione di numerose opere pubbliche ed infrastrutture.

La presenza e la conquista dei Visigoti diede vitalità e dinamismo alla città di Valencia fino a quando arrivarono i Mori, i quali sconfissero i barbari per imporre il loro stile, la loro arte e cultura.

L’assetto urbanistico, sotto la dominazione araba, fu stravolto. Con la fine della stirpe araba, Valencia si creò una certa indipendenza dal potere centrale per poi, cadere sotto gli Aragona, con l’arrivo di Giacomo I.

Valencia visse momenti di espansione e di floridità: il Secolo d’Oro coincise con il Quattrocento ma, con la scoperta dell’America, Valencia perse definitivamente l’egemonia economica e attraversò due secoli di decadimento.

La dittatura di Franco restrinse notevolmente le libertà fondamentali del popolo valenciano e, nel 1978, la città ha visto definitavemente i propri diritti.

La forte spinta del turismo di massa, degli ultimi decenni, ha indotto le istituzioni politiche a modernizzare il volto della Città. Ne è testimonianza la Città della Scienza, il fulcro centrale dell’architettura contemporanea.

Leggi anche: cosa vedere a Valencia

Le migliori spiagge per chi ama la tranquillità

Negli ultimi anni, le distese sabbiose di Valencia sono state rivalutate dalle istituzioni politiche e locali. Nel processo di modernizzazione di Valencia, un ruolo chiave è giocato dai tre chilometri di litorale, dotati di ogni tipo di attrezzatura per il divertimento acquatico e per chi ama stare in assoluta tranquillità e relax.

Le spiagge urbane sicuramente, se ami stare in tranquillità, non si addicono di certo al tuo soggiorno di relax.

Per questo, devi spostarti nei dintorni: ad appena 10 Km da Valencia, nel cuore del Parco Naturale dell’Albufera, puoi trovare tantissime spiagge allo stato selvaggio dove poter vivere un soggiorno di relax e di divertimento.

La spiaggia di Pinedo Valencia è molto interessante per chi ama la tranquillità, lunga 1500 metri, è situata vicino al paese di Pinedo, centro agricolo e di pesca.

Rilassante è anche la spiaggia d’Arbre del Gos, una spiaggia incontaminata, vicina alle dune del Parco Naturale dell’Albufera. Lunga 2600 metri, la zona dispone ora di tutti i servizi per vivere una bella giornata di sole e di relax, senza troppe privazioni.

La spiaggia de La Devesa Valencia è situata nel cuore del Parco Naturale dell’Albufera, tra le “gole” de Puchol e del Perellonet. Con i suoi 5000 metri di lunghezza si trova nella zona più protetta del Parco Naturale dell’Albufera. Se sei un appasionato di paesaggi naturali, qui puoi trovare un ricco ecosistema nel quale si possono ammirare tantissime piante di qualsiasi tipo, e visionare tanti e numerosi volatili. Qui, ti sentirai davvero “avvolto” dalla Natura e ti immergerai nel relax.

La spiaggia de La Garrofera e la spiaggia de El Perellonet sono altre interessantissime distese sabbiose incontaminate, ideali per chi ama stare a contatto con la natura e vuole concedersi una vacanza di relax, sole e mare.

Le migliori spiagge per sport acquatici

Per gli amanti dello sport e dell’attività fisica, a è possibile reperire anche tantissime distese sabbiose ben attrezzate e dotate di strutture ricettivo-alberghiere, oltre ai tantissimi luoghi di divertimento.

Le spiagge urbane, ubicate a pochi minuti dal centro della città, sono quelle che si prestano maggiormente ad essere visitate dai turisti che ricercano il divertimento e vogliono praticare gli sport acquatici, come il volley in acqua, la vela, immersioni subacquee e tante altre attività fisiche.

Le spiagge di Las Arenas e La Malvarrosa, ad esempio, sono gettonatissime per praticare le attività sportive all’aria aperta e a contatto con il mare e la sabbia: queste distese sabbiose sono raggiungibili in autobus, tram, automobile e persino a piedi.

Nei pressi delle spiagge urbane si trova il Lungomare, ideale per praticare il tempo libero e dove è possibile passeggiare, correre, pattinare o prendere il sole.

La spiaggia de La Malvarrosa è la spiagge d’eccellenza del tessuto urbano di Valencia; negli ultimi anni del proceso di modernizzazione, ha subito una profonda trasformazione

La spiaggia de La Malvarrosa, oltre ad ospitare le più complete e lussuose strutture balneari, è sede di importanti manifestazioni internazionali. Inoltre, sulle distese sabbiose è possibile praticare ogni genere di sport acquatico: dal nuoto alla pallavolo, dalla corsa alla vela.

La spiaggia de Las Arenas, lunga più di un chilometro, è la sede ideale per praticare le attività sportive a contatto con il mare, il sole e la spiaggia. Questa spiaggia è la zona d’eccellenza per il tempo libero, dove è possibile pattinare, passeggiare, correre o prendere il sole e, gustare favolose paellas e zuppe di frutti di mare.

La spiaggia di El Saler, nella parte meridionale della città di Valencia, si caratterizza per la purezza delle acque cristalline, oltre che le strutture ed i servizi offerti.

Una delle spiagge maggiormente apprezzate nel territorio valenciano, il tratto costiero di El Saler si estende per più di sei chilometri e consente di praticare tantissimi sport come la vela, il nuoto, le immersioni subacquee, il volley acquatico, il tennis sulla spiaggia, la corsa e tante altre attività sportive a contatto con le acque marine e la sabbia dorata.

Le località del divertimento

Giorno acquatico e la notte? All’imbrunire della sera Valencia mostra il suo volto più ludico e divertente, ancora più apprezzato dai turisti.

Tantissime sono le attrazioni ed i locali notturni che consentono di cenare e di divertirsi: non a caso la città di Valencia è una tra le avvincenti dell’intera Spagna che offre differenti tipi di svago.

Cosa puoi fare? Inizia la serata nelle caratteristiche tascas di Valencia, nel famoso Barrio del Carmen; oppure in Plaza Cánovas del Castillo, vicina ai Jardines del Turia, qui puoi trovare tantissimi bar musicali, dove poter gustare una squisita cena.

Valencia offre una serie infinita di ristoranti e di locali dove gustare la famosa paella valenciana e la tapas, oltre alle prelibatezze tipiche della cucina spagnola.

Nella zona storica della città di Valencia ci sono tantissimi locali che permettono di consumare una cena con menù a base di paella, oltre ad altri piatti a base di pesce e di carne.

Consigliatissimi sono i ristoranti etnici e, per tutti i turisti che vogliono continuare a mangiare “Made in Italy”, a Valencia si possono reperire tantissimi locali gestiti direttamente dagli italiani come pizzerie e ristoranti italiani.

Come puoi organizzare il dopo cena? Se ami gli spettacoli, la Ciudad de las Artes y las Ciencias ha al suo interno un intero padiglione per ospitare gli spettacoli artistici.

Consigliatissimo anche il Circuito Café Teatro, un insieme di locali che offrono delle rappresentazioni teatrali a prezzi davvero interessanti.

Nonostante sia un paese ferventemente cattolico, la Spagna ha mostrato aperture di orizzonti nuovi ed assolutamente “progressisti”: ne sono testimonianza i bar ed i locali rivolti al mondo omosessuale e LGBT; i luoghi di ritrovo per la comunità LGBT abbondano vicina al Mercado Central.

Per il turismo LGBT, Valencia offre interessanti locali notturni come la discoteca Il Venial che organizza serate entusiasmanti e movimentate, specie durante la stagione estiva. Altro locale interessante per la comunità gay è La Goulue, situato in Calle Quart.

E, per i giovanissimi e studenti che vuole visitare la città “notturna” di Valencia, un’attenzione particolare va allo Studio Dance Club, locale gremito di ragazzi durante la stagione universitaria.

Spiagge Valencia: conclusioni

Come avrai appreso dalla guida, a Valencia ti potrai solo ed esclusivamente riposare e divertire: movida notturna nei numerosi locali che “costellano” la città di Valencia e vita diurna all’insegna del relax e dell’attività sportiva in acqua.

Nel processo di ammordamento e di “rilancio” da parte delle Istituzioni pubbliche, la città di Valencia negli ultimi decenni ha visto “rilanciare” la propria economia del mare.

Il turismo di massa e le attività balneari e ricettivo-alberghiere, oltre a quelle di ristorazione, rimangono ad oggi il vero “core” business su cui puntare.

Ne sono testimonianza le stesse spiagge del tessuto urbano che hanno subito un mutamento profondo all’insegna di novità e di miglioramenti nell’offerta di attrezzature balneari e locali alberghieri e di ristorazione dedicati al turismo di massa.

Non a caso lungo il Lungomare che conduce all’accesso alle favolose spiagge centrali di Las Arenas e de La Malvarrosa, è possibile passeggiare, pattinare, correre e, ovviamente, gustare ottime paellas e zuppe di pesce fresco.

Le spiagge vantano la Bandiera Blu proprio per le bellissime distese di sabbia dorata bagnate dalle acque cristalline e pulitissime del Mar Mediterraneo.

Le spiagge centrali, in quanto dotate di attrezzature, attirano l’attenzione di migliaia di turisti che affollano la riviera valenciana all’insegna del sole, divertimento e attività sportive a contatto con il mare.

Per chi adora la natura e le spiagge dal volto “selvaggio” ed incontaminato, ci si deve spostare nelle zone limitrofe, a qualche Km dal tessuto urbano

Grazie ai trasporti pubblici locali o con la bici, è possibile raggiungere in pochi minuti le famose spiagge nei dintorni di Valencia: la spiaggia di Pinedo Pueblo, L’Arbre del Gos, El Saler, La Garrofera, La Devesa e El Perellonet.

Sei pronto per partire? Organizza il tuo tour e soggiorno rilassante e divertente nella favolosa città di Valencia.

Ricordati di portare la crema solare e gli occhiali! Buon viaggio alla scoperta della favolosa e “rinnovata” città valenciana!