Cosa vedere a Lanzarote: guida completa all’isola nera

Se stai cercando notizie su una delle isole più belle e affascinanti al mondo, bene la tua ricerca è giunta al termine.

Questa è la guida di Spagnatour su cosa vedere a Lanzarote, l’isola più al nord dell’arcipelago canario.

Le informazioni che troverai qui sono introvabili altrove perché è creata in maniera tale da farti scoprire gli angoli più nascosti di questa perla dell’Atlantico.

Le cose da vedere a Lanzarote riportate in questo articolo sono frutto della mia reale esperienza sull’isola, alcune attrazioni turistiche verranno tralasciate perché le cose più belle da visitare non sempre sono quelle più famose.

Lanzarote è una nota meta turistica, specialmente tra gli italiani, per via della sua natura incontaminata e per i paesaggi mozzafiato.

Se cerchi tranquillità, buon cibo, sole, spiagge isolate, natura e geologia, Lanzarote è la destinazione perfetta.

Se vuoi organizzare un viaggio indipendente, parti con Spagnatour alla scoperta delle meraviglie di Lanzarote.

Storia e clima di Lanzarote

cosa vedere a lanzaroteNon so se la pensi come me, ma la differenza tra un semplice turista e un viaggiatore non risiede solamente nel modo di viaggiare, ma anche e soprattutto dall’approccio che si ha nei confronti del viaggio.

Un viaggiatore prima di partire si informa circa la storia, gli usi e i costumi del posto da visitare, mentre il turista si sofferma sulla superficie del posto senza conoscere nulla della località e dei suoi abitanti.

Spagnatour è gestita da viaggiatori per viaggiatori e quindi prima di elencare le cose da vedere a Lanzarote riporteremo alcune informazioni sulla storia dell’isola.

Lanzarote fa parte dell’Arcipelago Canario, è la terza isola per popolazione con 140.000 abitanti circa e quarta per estensione con 806 Km².

Se geograficamente Lanzarote fa parte del continente africano, dal punto di vista politico ed amministrativo è territorio spagnolo a tutti gli effetti. Come tale, un turista italiano non ha bisogno né di visti né di permessi per andare a Lanzarote per fini turistici.

Per via del suo clima e conformazione, ogni anno decine di migliaia di surfisti e velisti vanno a Lanzarote per godere delle condizioni ideali che il mare Atlantico offre agli appassionati.

Scoperta nel 1312 dal navigatore genovese Lanzerotto Malocello, la storia dell’isola è molto antica ma data la sua posizione, rimane fuori dai grandi avvenimenti.

Quando il navigatore la visita, entra in contatto con la popolazione indigena conosciuta come Guanci.

Frequentata dai pirati nei secoli successivi, l’isola vive un momento drammatico con una serie successiva di eruzioni vulcaniche che hanno trasformato la fisionomia del paesaggio.

Lanzarote infatti è un’isola vulcanica caratterizzata da un paesaggio lunare molto simile a quello che troviamo in Islanda.

Non so se hai delle nozioni di geologia, ma tutto l’Oceano Atlantico è attraversato dalla dorsale atlantica, risultato delle divergenza di due croste oceaniche, formando così una zona attiva dal punto di vista vulcanico.

A differenza dell’Islanda, Lanzarote non è un affioramento della dorsale ma il paesaggio rimane comunque prevalentemente vulcanico.

Ad un occhio poco attento, Lanzarote potrebbe sembrare una terra morta ma è vero il contrario, Lanzarote è un terra giovane nata da poco e che quindi deve ancora raggiungere una forma matura.

Il clima canario è considerato uno dei migliori al mondo, e Lanzarote non ne fa eccezione. Puoi visitare l’isola durante tutto l’anno senza problemi.

Durante i mesi estivi la temperatura supera i 30°, mentre nei mesi invernali  scende raramente sotto i 14°. Il clima è fortemente influenzato dai venti che la percorrono, a volte le giornate sono calde per via dello scirocco africano ma il vento prevalente è l’Aliseo che raffredda la superficie e impedisce a Lanzarote di assomigliare al vicino deserto del Sahara.

Come arrivare a Lanzarote

Arrivare a Lanzarote è facile, le principali compagnie aeree low cost la collegano con le principali città europee. Dall’Italia partono voli settimanali da Roma, Milano e Bologna.

L’aeroporto internazionale è situato a 5 km da Arrecife, la città principale dell’isola, ed è facilmente raggiungibile sia in Taxi che in autobus.

Data la natura dell’isola, e dato il tipo di viaggio, è consigliabile affittare un auto all’arrivo. A differenza delle isole maggiori delle Canarie, Lanzarote è ancora un’isola selvaggia dove i mezzi pubblici non sono presenti su tutta la superficie.

Detto ciò, è meglio contattare l’alloggio e verificare i collegamenti con la struttura.

Cosa vedere a Lanzarote

vacanza a lanzaroteSe ami le grandi città e i monumenti, probabilmente Lanzarote non è l’isola adatta. Se ami la natura selvaggia, la biologia e la geologia, allora preparati ad una delle esperienze più affascinanti della tua vita.

Se vai di corsa, le attrazioni possono essere visitate in soli due giorni, ma ovviamente questo sarebbe il modo più sbagliato di visitarla.

Il periodo minimo consigliato è una settimana, specialmente se sei in cerca di relax.

Le zone turistiche principali sono situate al sud per via del clima più mite:

  • Puerto del Carmen;
  • Costa Teguise;
  • Playa Blanca;

Se queste sono le zone più turistiche, questo non significa che io te le consigli. Queste tre località sono popolari tra i turisti ma proprio per questo motivo hanno perso la vera essenza dell’isola.

Durante la mia settimana a Lanzarote, ho preferito pernottare nella costa nord dove le località sono più autentiche e quindi più belle. Considera che l’isola è percorribile in macchina in un paio di ore, quindi le distanze sono tutte abbordabili.

Ovviamente non si viene a Lanzarote per stare in città, infatti la vera attrazione è il Parco Nazionale di Timanfaja.

Come suggerisce il nome, il parco è una riserva della biosfera Unesco che si estende per 5000 ettari nella parte occidentale dell’isola.

Tutto il parco è una distesa di vulcani e colate laviche testimonianza delle ultime eruzioni avvenute sull’isola tra l’anno 1730 e l’anno 1824.

Questo lungo evento eruttivo è uno dei più spettacolari al mondo.

In realtà è difficile descrivere Timanfaja perché è un paesaggio unico che va visitato in persona; non ci sono parole adatte per descrivere questa meraviglia.

Per visitare il parco è necessario pagare il biglietto di ingresso di 9 euro, parcheggiare l’auto e partecipare al tour guidato in autobus.

Ed è qui che nasce il problema.

Se come me ami le foto e i viaggi indipendenti, la visita in bus del parco è un grande limite perché non avrai la possibilità di far foto degne di tale nome.

In realtà, le zone circostanti all’entrata del parco sono molto simili alle zone interne e pertanto non è strettamente necessario entrare all’interno del parco. Questo perché non tutta la zona naturale è compresa all’interno del parco ma solo la parte più attiva e suggestiva.

Questo significa che tra le cose da vedere a Lanzarote il parco Timanfaja non è incluso?

No, affatto, io non ripeterei la visita in bus perché l’esperienza non è stata tra le più belle ma questo lo dico solo dopo averlo visitato.

A te la scelta.

Dai un’occhiata alle recensioni per avere un’idea.

Il miglior consiglio che posso dare all’ente del turismo è permettere ai turisti di scendere nei punti chiave per poter godere dell’immenso spettacolo.

Continuando il nostro viaggio, una delle cose da vedere assolutamente a Lanzarote è la zona conosciuta come la Geria.

Situata a pochi km dal parco, la Geria è caratterizzata da uno dei paesaggi più affascinanti al mondo: in questa piccola zona si coltiva un vino eccezionale che non lascia l’isola. Nella stradina della Geria troverai diverse Bodegas dove fermarsi e provare le delizie.

Per darti un’idea del paesaggio spettacolare, questa è una mia foto fatta da una delle tante cantine aperte al pubblico.visitare lanzarote

Continuando il nostro viaggio sulle cose da vedere a Lanzarote, non posso non suggerirti una visita alla Cuevas de los Verdes.

La caverna nasconde un segreto, la guida turistica mi ha pregato di non rivelarlo e infatti non lo farò. Se vuoi scoprirlo, devi scoprirlo da te.

Per visitare la caverna devi pagare il biglietto d’ingresso, se prevedi di vedere tutte le altre attrazioni che l’isola offre, allora compra la tarjeta completa dal costo di 30 euro.

Compreso nel prezzo, potrai visitare le altre attrazioni dell’isola come ad esempio il Giardino dei Cactus.

Tra le varie attrazioni, la mia preferita è stata il Mirador del Rio da dove si può vedere il meraviglioso panorama che da sull’Isola de la Graciosa.

Se hai comprato la tarjeta, allora puoi entrare nel Mirador, se invece hai deciso di non comprarla, l’ingresso costa 4,5 euro ma non è necessario entrare perché in realtà il panorama è ben visibile anche da fuori.

Oltre a questi spot unici, la bellezza di Lanzarote è ovunque, specilmente tra i vari paesini che incontrerai lungo il cammino.

Lasciati guidare dall’improvvisazione, Lanzarote è meravigliosa anche per questo.

Per quanto riguarda la vita notturna, il solo posto dove c’è un po’ di movimento è la zona portuale di Arrecife dove puoi trovare una birra per soli 70 centesimi.

Si hai capito bene, 70 centesimi.

Le spiaggie più belle di Lanzarote

Diciamoci la verità, la vera bellezza di Lanzarote è natura, specialmente dove la terra incontra l’oceano. Alcune spiagge sono uniche al mondo.

Per avere un’idea, guarda la foto qui sotto e dimmi cosa ne pensi:

vacanza a lanzarote

Non preoccuparti, il mare non è verde, questa è una piccola laguna che si trova nelle vicinanze di una delle spiagge più belle di Lanzarote, cioè il Charco de los Clicos.

Se il tempo lo permette, concedetevi un breve bagno a bordo riva ma attenti, qui le correnti sono forti e i locali lo sconsigliano.

Se cerchi una spiaggia più tranquilla, allora dirigiti verso la ben più frequentata Playa Famara dove molte scuole di surf organizzano i corsi.

Il paesaggio è unico, un pomeriggio di relax a Famara è consigliato.

Se sei un esploratore in cerca di paesaggi incontaminati, allora prendi il tuo mezzo e dirigiti a sud, verso una delle zone più affascinanti del’isola nera: sto parlando della Playa de Papagayo.

La località è formata da una serie di spiagge formate da spiaggia e interrotte da rocce vulcaniche dai mille colori. Per arrivare alla serie di spiagge si deve pagare un biglietto di ingresso di 3 euro ma il gioco vale la candela.

Cosa vedere a Lanzarote: considerazioni finali

Questa è la guida di Spagnatour su cosa vedere a Lanzarote.

Spero che la guida sia stata di tuo gradimento. Fare una vacanza a Lanzarote è piuttosto economico, non servono grossi investimenti perché puoi fare tutto in autonomia anche se a volte contattare un’agenzia di viaggi o un tour operator locale ti farà guadagnare in tempo.

Lanzarote permette comunque entrambe le situazioni così da accontentare i gusti di tutti, turisti comodi e viaggiatori estremi.

Le attività consigliate sono tutte le attività legate al mondo dell’oceano come il surf e le sue varianti e tutte le attività legate alla terra come il trekking e la bicicletta.

Tieni un occhio aperto sulle feste, io ho avuto la fortuna di visitare l’isola durante una delle frequenti romerie.

La romeria è una festa di origine cattolica ancora molto sentite in tutte le canarie. Qui gli abitanti si vestono in abiti tradizionali e danno vita alla famosa fiesta spagnola.

Una delle più importanti romerie di Lanzarote è quella de Los Dolores a Settembre.

Quindi se stai cercando una bella vacanza in un scenario unico, con un clima eccezionale… le isole canarie sono il tuo destino, e Lanzarote non ti può mancare.

Buon divertimento e grazie per seguire Spagnatour.

Marta 🙂

3 Comments

  1. Sara Marzo 15, 2016 Reply
    • alexkalo Marzo 17, 2016 Reply
  2. Michele Aprile 13, 2018 Reply

Rispondi a Michele Annulla risposta

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.