Cosa vedere in Catalogna: le migliori spiagge da visitare

Benvenuti su Spagnatour, la vostra guida più completa in Italiano sulla Spagna. In questo articolo vi parlerò di cosa vedere a Catalogna e le migliori spiagge da visitare. 

Mare, sole, spiaggia e buon cibo ti attendono, quindi sei ponto per la scoperta della “caliente” e magica Spagna? perfetto, perché sei sulla strada giusta!

In questo articolo scoprirete non solo le spettacolari spiagge della Costa Brava e la Costa Dorada ma anche tutto quello che porta all’identità di questa terra: cibo, cultura, arte…. con delle migliori opere di famosi artisti del calibro di Dalì e di Gaudì.

In Catalogna puoi trovare tantissimi esempi culturali interessanti: da Barcellona, famosa capitale del Modernismo, si possono visitare tantissimi edifici da sogno come La Sagrada Familia a Barcellona o il complesso archeologico di Tarraco, a Tarragona,  tutti monumenti ed edifici, emblema del Patrimonio dell’Umanità dall’UNESCO.

monumenti catalogna

Nella tua agenda non possono mancare all’appuntamento i più importanti musei del calibro del Museo Nazionale di Arte della Catalogna e del Teatro-Museo Dalí di Figueres.

Legge anche: cosa vedere a Barcellona

Come puoi visitare? Non farti mancare le famosissime località da VIP come Sitges, Tossa de Mar, Salou, Cadaqués e la più conosciuta per tutti gli italiani, cioè, Lloret de Mar.

E se sei amante ed appassionato del mare, in Catalogna puoi trovare tanti numerosi centri nautici, dove praticare tantissime attività in mare: dal nuoto, alla canoa, ai vari sport acquatici.

La cucina? Come già anticipato in catalogna si gusta una cucina rinomata e di fama davvero internazionale. Nella Comunità autonoma della Catalogna puoi trovare tantissimi pittoreschi ristoranti e localini gastronomici, ambiti a livello mondiale.

Piatti culinari tipici della Catalogna vantano tantissimi squisiti ingredienti comuni ad altre cucine del Mar Mediterraneo: pomodori, aglio, erbe fresche, olio d’oliva, cipolla, frutti mare, baccalà, cozze , crostacei etc.

La cucina catalana ricorda la cucina della Provenza, di Napoli e della Sicilia, terre che con la Catalogna erano storicamente parte del Regno di Aragona.

Se stai pianificando il tuo viaggio alla scoperta della Catalogna e, soprattutto, delle bellissime spiagge, ricordati di assaggiare le pietanze, emblema della tradizione catalana come il “pa amb tumaca” (pane e pomodoro).

Ottimi e consigliatissimi la Fideuá (una paella con pasta corta al posto del riso), i gustosi e tipici salumi catalani (fuet, butifarra), la esqueixada (insalata di baccalà crudo) e la escalivada (insalata di verdure arrostite).

In questa guida cerchiamo di scoprire meglio le preziosità e le bellezze uniche e naturali di questa terra magica; in particolare, se sei amante del mare, troverai tanti utili consigli per pianificare al meglio le tue vacanze di relax in Catalogna.

Cosa vedere a Catalogna: regione ricca di storia e natura

La Catalogna è una comunità autonoma spagnola situata geograficamente nella parte nord-orientale della penisola iberica.

Copre un’area di 32 114 km² ed il suo capoluogo è la città di Barcellona.

La Catalogna confina a settentrione con la Francia e Andorra, a ovest con la regione dell’Aragona, ad est è bagnata dalle calde e cristalline acque del Mar Mediterraneo e, a meridione, confina con la Comunità Valenziana.

Dal punto di vista politico, la Regione della Catalogna è costituita da quattro province: Barcellona, Girona, Lleida e Tarragona; tutte quante dei splendidi paradisi e territori naturali tutti da scoprire e visitare.

Dal punto di vista geologico, la Catalogna si fa apprezzare molto per la sua biodiversità geografica, nonostante la sua superficie sia relativamente piccola.

Con 580 km di riviera costiera, la Catalogna è ricca di grandi rilievi dei Pirenei a nord del territorio catalano.

Nella parte settentrionale, la formazione montagnosa dei Pirinei connette la Penisola Iberica con il restante territorio continentale europeo.

Scendendo a valle troviamo il Serralades Costaneres Catalanes, un’alternanza di rilievi rocciosi e di vallate pianeggianti alla riviera costiera del Mar Mediterraneo.

Nella parte orientale della Regione catalana è ubicata la Valle del fiume Ebro.

Anche dal punto di vista dell’idrografia, la Regione catalana è formata da due bacini idrografici, quello dell’Ebro e il sistema di bacini interni che si riversano tutti nel Mar Mediterraneo.

La rete idrografica si può dividere in due versante, uno occidentale o dell’Ebro ed uno orientale formato da diversi corsi d’acqua minori che sboccano nel Mediterraneo lungo il litorale.

Tra i principali fiumi ricordiamo il Fluvià, Llobregat, Francolí, Gaià e l’Ebro con i suoi affluenti Noguera, Segre, Valira.

Un ruolo di primo piano è rivestito dal Consell de Protecció de la Natura, un organismo consultivo in materia di protezione della natura e del paesaggio, con il proposito di conoscere, proteggere e gestire l’ambiente naturale catalano.

Nella regione catalana esistono ben undici parchi naturali: il Parco Naturale dell’Alto Pireneo, le Paludi dell’Empordà, il Parco Naturale del Cadí-Moixeró, il Cap de Creus, Els Ports, il Parco Naturale del Montseny, il Parco del Montserrat, del Sant Llorenç del Munt, la Serra de Montsant e la Zona Vulcanica della Garrotxa.

Vi è un parco dello Stato, il Parco nazionale di Aigüestortes i Estany de Sant Maurici, una riserva naturale, il Delta del Llobregat, e una riserva marina, le Illes Medes.

Oltre alla preziosità territoriali ed ai parchi naturali, la Catalogna è una regione che vanta una tradizione storica davvero unica e rara.

Abitata fin dal Paleolitico, questa bellissima regione fu occupata da varie popolazioni, dai greci, ai cartaginesi fino al dominio dei Romani.

Dopo la caduta dell’Impero romano, l’attuale Catalogna fu occupata dai Visigoti e divenne territorio moresco dell’al-Andalus.

La Catalogna fu invasa e dominata dai Carolingi e, attraverso celebrazioni nuziali, il principato di Catalogna si unificò alla Corona d’Aragona della Castiglia.

Con l’arrivo al potere nel 1939 di Francisco Franco, la regione della Catalogna perde la sua autonomia per poi riconquistarla dopo la morte del Dittatore.

La Catalogna votò in maniera favorevole per la nuova Costituzione, proclamandosi una delle Comunità Autonome all’interno della Spagna.

Cosa vedere a Catalogna: le migliori Spiagge

La Catalogna è rinomata al mondo per le sue bellissime spiagge e piccole insenature di sabbia dorata ed acqua cristalline, che sono prese d’assalto dai flussi di turisti che provengono da ogni parte del mondo.

Come già sapete la regione della Catalogna se divide in 4 grandi provincie: Barcellona, Tarragona, Gerona e Lerida, anche se quest’ultima è l’unica che si trova nell’entroterra e perciò non ha costa, come potete vedere nella mappa a continuazione.

costa della catalogna

 

 

 

 

 

 

 

 

 

Quindi la famosa Costa Dorada appartiene a Tarragona, al sud della regione mentre che la Costa Brava si trova nella zona nord, nella provincia di Gerona, vicina alla Francia.

Se ami il relax e vuole soggiornare in Catalogna alla ricerca della quiete, del sole, del mare e delle spiagge, potrai scoprire le migliori distese sabbiose che ti consentono di ritrovare la tua dimensione personale.

Da Salou  (Tarragona) fino a Begur (Gerona) ci sono oltre 250 km di bellissime spiagge, divise tra 12 grandi comuni:

Salou; Sitges; Castelldefels; Badalona; Matarò; Lloret de Mar; Begur; L’Escala; Castellò d’Empuries; Rosas; Cadaqués e Portbou.

A continuazione vi parlerò di ogni comune e delle sue spiagge principali.

1.Salou: è uno dei più importanti centri turistici della Costa Dorada. Appartiene alla provincia di Tarragona, e si trova a soltanto 10 km dalla capitale.

A soltanto 7 km da Salou si trova il parco giochi “Port Aventura” uno dei più grandi di tutta la Spagna.

Per quanto riguarda la città, Salou con quasi 30.000 persone è una bellissima città di mare che offre tutti i servizi necessari per una vacanza ideale.

Il Paseo de Les Palmeres è uno dei luoghi più belli di Salou, garanzia di relax e divertimento.

cosa vedere a salou

Si trova lungomare, davanti a una bellissima spiaggia di sabbia dorata.

Oltre ad essere ampio e circondato da grandi palme, il paseo  de las palmeras, offre tutti tipi di servizi, con bar  e ristoranti dove poter assaggiare la cucina tipica del posto.

C’è anche una fontana enorme tutta illuminata alla sera ed un bel parcheggio vicino, dove poter lasciare la macchina.

Un luogo bellissimo e ideale per godere de un bel tramonto prima di una serata di state.

Per quanto riguarda le spiagge, Salou si estende su una riviera costiera in cui le ampie e sabbiose spiagge, come quelle di Llevant o Platja Llarga, consentono ai turisti di soggiornare e di “ritagliarsi” dei piacevoli momenti di relax.

spiagge salou catalogna

 

2. Sitges

Questa cittadina di quasi 30.000 persone, si trova a 38 km al sud di Barcellona.

Considerata la Saint Tropez o la Capri Spagnola secondo il New York Times, Sitges è la città più costosa di tutta la Spagna e quella con più porti sportivi, 3 concretamente: Porto Garraf, Porto Aiguadolç e Porto Ginesta (quest’ultimo è il più grande in tutta Europa).

Per quanto riguarda alle spiagge, a Sitges ci sono circa 17 spiagge, tutte di sabbia dorata ed acqua cristallina. Alcune sono piccole insenature nascoste, come quella di Platja Aiguadolç, motivo per il quale è famosa per il turismo nudista.

Altre spiagge che troverete a Sitges sono:  Platja dels Balmins, Platja de la Barra, Platja de la Ribera, Platja de la Fragata (ideale per praticare volleyball), Platja de Terramar e Platja de l’ Estanyol.

Ma la più famosa e facilmente raggiungibile a piedi dalla città è la Platja de Sant Sebastiá, completamente attrezzata.

miglior spiaggia sitges

Qualche dato interessante su Sitges che ti sorprenderà:

Sitges è la principale meta turistica di tutta la Spagna scelta per la comunità omosessuale.

La famosa discoteca Pacha di Ibiza, nacque a Sitges.

Sitges è la città che ha visto nascere a due dei grandi imprenditori del Rum: Facundo Bacardí e Andrés Brugal, fondatori dei rum Bacardí e Brugal rispettivamente, dopo essere stati emigranti a Cuba e Repubblica Dominicana.

3. Castelldefels 

Castelldefels, città di circa 65.000 persone, si trova a soltanto 20 minuti da Barcellona.

I suoi 5km di costa, si dividono in 3 grandi spiaggie: Playa de la Pineda, Playa o de Lluminetes e Playa del Apeadero

spiagge barcellona

Tutte e 3 sono talmente attrezzate, con tutti tipi di servizi, bar, ristornati, bagnino, doccia, zone giochi per i bambini, zone per fare sport, anche una biblioteca e ludoteca (soltanto in alta stagione) e facile accesso ai disabili.

Ideale per spendere una giornata in famiglia, sopratutto se hai dei bambini.

A tutto ciò si deve aggiungere la Bandiera Blu dal 2006 ed il distintivo di eco-spiaggia dal 2011.

4. Badalona 

Badalona è una delle città più antiche della Catalogna e delle più grandi con quasi 220.000 persone.  Si trova a solo 10 km da Barcellona ed è facilmente raggiungibile in treno, già che la ferrovia va parallela alla linea della costa.

Con più di 5 km di costa, Badalona conta con 9 spiagge: Playa del Cristall, Playa del Pont d’en Botifarreta, Playa de los Pescadores, Playa del Coco, Playa de la Estación (dove si trova la stazione di treno) , Playa de los Patines de Vela e Playa del Pont de Petroli.

Senz’ombra di dubbio, quest’ultima la spiaggia del Pont de Petroli, è la più famose e visitata di tutte.

 

costa dorata barcellona

Se chiama Pont de Petroli,  cioè il ponte dell’olio, già che proprio qui si trova un ponte lungo 250 metri che va fino in mare e che una volta serviva per scaricare l’olio delle petroliere.

Oggi il suo utilizzo è ben diverso, soltanto per una bella passeggiata come potete vedere nella fotografia di sopra.

Se vicino alla spiaggia trovate una scultura in bronzo di una scimmia che beve di una bottiglia, sapete che è molto famosa, già che nelle vicinanze di questa spiaggia c’era (ancora oggi esiste il capannone) la fabbrica di anice “El Mono”, cioè la scimmia. Ecco il perché!

Badalona è anche molto famosa per essere il punto di incontro dei subacquei.

5. Mataró

La città di Mataró di circa 125.000 persone, si trova a 30km da Barcellona.

E’ famosa in tutta la Spagna per essere stata la prima città della Peninsola Iberica con linea ferroviaria.

Per quanto riguarda alla costa, a Mataró si trovano 4 spiagge: Playa de Ponent; Playa El Callao; Playa El Varador e Playa St. Simó.

Tutte le spiagge tranne quella de Ponent, hanno un’alto grado di occupazione. Forse perché tutte e tre stanno attaccate, invece la spiaggia del Ponent è vicina al Porto ed è molto più piccole e più rocciosa.

Secondo me, la spiaggia più bella è la Playa El Callao, già che si trova davanti ad una bella pineta, ideale per una siesta dopo pranzo.

spiagge belle catalogna

 

6. LLoret de Mar 

Lloret de Mar è senz’ombra di dubbio la città costiera più famosa di tutta la regione. Con circa 40.000 persone, ogni anno accoglie più di milione e mezzo di turisti.

Si trova a 60 km da Barcellona e per quanto riguarda la sua costa, ci sono 9 km divisi tra 6 spiagge principali:

  • Insenatura o Cala Sa Boadella:  una delle spiagge più belle di Lloret de Mar. Si trova tra altre due spiagge bellissime (San Cristina e Fenals). Per arrivare si deve lasciare la macchina in un parcheggio pubblico e camminare un po’ per una pineta molto carina.

spiagge lloret de mar

 

Spiaggia ben attrezzata anche senza ombrelloni. Una zona è talmente nudista.

Sa Caleta: Si trova in una delle zone più belle di tutte: sotto il castello di Lloret di Mar, simbolo della città.

miglior spiaggia lloret de mar

 

La Spiaggia di sabbia dorata ed acque completamente trasparente, sta circondata di colorate barche di pescatori che ancora oggi vengono utilizzate per la pesca.

Cala Trons

Playa Santa Cristina: La spiaggia ideale per spendere la giornata in famiglia. Alla destra si trova la Cala Treumal la quale sta completamente circondata dal verde, aspetto che la rende molto più selvaggia ed intima, per tutti coloro che cercano il relax.

spiagge relax lloret de mar

Per arrivare a questa spiaggia, si deve lasciare la macchina in un parcheggio pubblico vicino all’eremo di Santa Cristina e attraversare una pineta.

Playa de Fenals: Una delle spiagge urbane di più facile acceso già che si trova nel quartiere de Fenals. C’è un lungo mare con grandi alberghi e ristoranti che offrono il meglio della cucina locale.

Ma tranquillo perché se cerchi relax basta con andare alla parte Nord della zona dove si trova la Punta d’en sureda, cioè due piccole insenature tra le roccie, di una bellezza mozzafiato.

spiagge piu belle lloret mar

 

 

 

 

 

 

 

 

Cala Banys: Anche questa spiaggia è facilmente raggiungibile da lungo mare.

Una delle sue caratteristiche che la rende famosa è la scultura in bronzo della “Donna Marinaia” cioè donna che rappresenta tutte le moglie di pescatori che venivano al punto dove oggi si trova la figura ad aspettare ai suoi mariti.

spiagge vicine lloret mar

7. Begur

Questa cittadina di poco più di 4000 persone nella provincia di Gerona, può aumentare la sua popolazione fino a 40.000 persone durante  le estate.

Si trova a 130 km da Barcellona e vi posso dire che si tratta di una delle zone più belle di tutta la Costa Brava.

Per quanto riguarda alle sue spiagge, Begur ha 6 bellissimi pezzi di paradiso: Sa Riera, Sa Tuna, Aiguafreda, Playa Fonda, Fornells y Aiguablava.

Sa Riera: Una delle spiagge favorite di tutta la costa brava. Ci si arriva facilmente dal centro città. La spiaggia prende il nome dal torrente (riera) che la divide a metà.

Sabbia dorata con delle acque più cristalline che abbia mai visto.

miglior spiaggia costa brava

Ha un’ottima posizione geografica: a destra si trova un’insenatura riparata, Port d’Es Pi; a sinistra c’è Cala del Rei, da dove si può passeggiare lungo il sentiero litoraneo fino alle spiagge di Illa Roja (spiaggia nudista).

Sa Tuna: un’altro angoletto nascosto, insenatura di piccole dimensione e di una bellezza mozzafiato.

spiaggia nascoste catalogna

Da Satuna si arriva facilmente alla insenatura contigua, Aiguafreda, in una bella passeggiata di una quindicina di minuti.

Playa Fonda, Fornells y Aiguablava sono molto simile alle altre due, tutte hanno delle caratteristiche in comune, cioè, sabbia bianca e acqua cristallina e fondali pieni di ricchezza marina, motivo per il quale sono una destinazione obbligatoria per gli ammanti della subacquee.

8. L’Escala 

Con oltre a 10.000 persone, L’Escala è uno dei comuni più visitati della zona già che proprio li si trovano i resti della città greco romana di Ampurias.

Senz’ombra di dubbio è una visita che vi consiglio.

luoghi interessanti a catalogna

Per quanto riguarda le spiagge, nella zona di L’Escala possiamo trovare una decina di spiagge. Alcune di sabbia bianca, altre piccole insenature più rocciose ma tutte simili e molto belle.

Playa de les Barques, Playa Creu e Puerto d’en Perris, sono le spiagge più vicine alla città e quelle più affollate in state.

spiagge costa brava

Questa spiaggia della foto è Playa de le Barques, cioè spiaggia delle barche, famosa appunto per le numerose barche che ancora oggi vengono utilizzate ogni giorno per la pesca.

La playa de las Muscleres è caratteristica già che i pini arrivano proprio alla riva del mare.

La Playa de Illa Mateua è la più nascosta di tutte  tra le rocce, motivo per il quale è frequentate per i subacquee.

spiagge per subaquee

Se invece quello che cercate sono delle spiagge un po’ più spaziose e di più facile accesso ma di una bellezza igualable, dovrete andare a Playa de Sant Martí d’Empúries, Playa Riuet e Playa Rec de Molí.

9. Castello d’Empuries

Castello d’Empuries o Castellón de Empurias in Spagnolo è un comune di 12.000 persone nella provincia di Gerona.

Si tratta di una cittadina bellissima è molto particolare già che quasi ogni casa ha da una parte la strada, da un’altra un canale che porta al mare.

Ovviamente la barca parcheggiata dietro casa non può mancare. Si potrebbe chiamare la Venezia Catalana.

venezia catalana

 

Per quanto riguarda alle spiagge, a Castell d’Empuries ci sono 7 km di costa divise in 3 bellissime spiagge: Playa Can Comes, che si trova dentro del Parco Naturale Aiguamolls del Empordà ; Playa de la Rubina conosciuta come Spiaggia Selvaggia e Playa Empuriabrava, la miglior attrezzata di tutte, oltre ad essere Bandiere Blu e quindi la più affollata, come vediamo nella foto.

spiagge ben attrezzate catalogna

 

10. Rosas 

Appateniente alla provincia di Gerona, Rosas è una cittadina di 20.000 persone, che come nei casi anteriori, la popolazione viene raddoppiata in estate.

Oltre alla lunga spiaggia di sabbia dorata che si trova davanti alla città, ci sono diverse insenature piccoline di una bellezza straordinaria.

Le principali sono: Cala Canyelles Petites, L’Almadrava, Cabo Norfeu, Punta Falconera e Cala Montjoi (nella foto).

costa brava catalogna

Tutte e 5 condividono le stesse caratteristiche:  piccole insenature di sabbia dorata, acque cristalline, circondate dal verde dove si respira una atmosfera di relax e tranquillità difficile da spiegare.

11. Cadaqués

Si tratta di un piccolo paese di pescatori, di appena 3000 persone, situato nella parte più orientale di tutta la Spagna. Grazie alla sua posizione tra le montagne, è più facile raggiungerlo per mare che per terra.

Molto famoso già che accoglie la Casa Museo Salvador Dalí , uno degli artisti Spagnoli più importanti del mondo.

Ma l’arte non solo si respira intorno a questo museo, già che le più di 10 spiagge che appartengono a Cadaqués, nel Cabo de Creus, fanno di questa zona una vera opera d’arte.

Playa Grande, Playa Es Sortell, Playa Sa Conca, Playa Es Pianc, Playa de Ses Olivares, Punta S’Oliguera, Playa Es llané e llané Petit, Playa de Portlligat e Cala Jugadora, quest’ultima considerata il gioiello del Cabo de Creus.

spiagge nascoste catalogna

 

Una vera meraviglia non solo a livello di bellezza ma anche a livello di ricchezza, già che nei suoi fondali si trova una importante colonia di posidonie in forma di bosco.

Sia lo snorkel che il subbacque sono attività obbligatorie per tutti quelli che visitano questo angoletto di paradiso.

Playa Grande o Platja Gran è la spiaggia più vicina al paese di Cadaqués e di più facile accesso, oltre ad essere la miglior spiaggia attrezzata della zona.

Nel suo lungomare si trova una scultura in bronzo del gran artista Dalí.

12. Portbou

Portbou è un piccolo  paese di appena 1100 persone e si può dire che si tratta dell’ultimo comune  Spagnolo già che si trova nella frontiera con la Francia.

Playa  Portbou; Las Tres Platgetes,  Cala del Pi, Playa de les Fresses e Playa del Claper sono le principali spiagge della zona.

Data la sua posizione tra le scogliere, l’accesso alle spiagge è molto difficile. In più  la carenza di servizi fanno di questa, una zona appena occupata.

Le persone che scelgono di venire fino a qui sono in maggior parte ammanti subacquee  p di sport come il windsurf, già che il forte vento è normale da questa parte.

Anche se devo dire che la insenatura o Cala del Pi ha una bellezza mozzafiato, per cui vale la pena arrivare fino li.

Comunque, la spiaggia più occupata dai turisti che cercano un po’ di relax, grazie anche al suo facile acceso, è Playa Portbou.

spiagge nascoste catalogna

 

Cosa vedere a Catalogna: Le migliori spiagge per sport acquatici

Se ami praticare lo sport acquatico, la Catalogna è rinomatissima per la presenza di tantissime località turistiche che offrono ai turisti la possibilità di divertorsi e di praticare attività fisica e sportiva in acqua, senza alcuna proibizione.

Tra le tante destinazioni e località turistiche che devi visitare, se vuoi praticare della sana attività sportiva in acqua, vi è una Playa de Aro, una delle località più popolari della Costa Brava: alle sue splendide spiagge è assegnata la Bandiera Blu, emblema di qualità.

Lungo la riviera costiera prospicienti alle acque trasparenti ed alle lunghe spiagge di sabbia dorata, si estende la Playa de Aro.

In questa spiaggia la pratica di sport nautici è garantita dagli impianti sportivi moderni, presenti lungo il litorale.

Luoghi meravigliosi ubicati tra il mare e la montagna, consentono di giocare a golf, volley in acqua, praticare il nuoto, la corsa sulla spiaggia e d immergersi nelle acque cristalline del Mare Mediterraneo.

In piena costa Brava, puoi scoprire sul litorale della provincia di Girona, tante eccellenti spiagge ed alternative per il tempo libero.

La baia di Palamós, con le sue note sabbie fini, è un antico paese di pescatori, oggi dotato d’ottime strutture turistiche e per il tempo libero.

Le spiagge, gli impianti nautici e il porto peschereccio sono le principali attrazioni che rendono la zona una meta eccezionale per praticare il trekking sulla spiaggia o per praticare qualsiasi sport a contatto con la natura,

Il porto turistico è un favoloso punto di ritrovo nei quali puoi godere del paesaggio marino, noleggiare le imbarcazioni di lusso e praticare tantissima vela.

L’Escala e Sant Martí, oltre ad essere pittoreschi borghi medievali, ricchi di storia, sono preziose località turistiche ricche di spiagge di fina sabbia e incantevoli baie.

Nelle loro acque cristalline si possono fare immersioni subacquee alla scoperta di meravigliosi tesori come le Grotte di Kim, a circa 12 metri di profondità.

Cosa veder a Catalogna: Le località del divertimento

Barcellona non è certo nota per la sua tranquillità, affollate di giorno e, soprattutto, di sera. Per chi ricerca il divertimento, Barcellona è sicuramente la meta da preferire, per tutte le età e per tutti i gusti.

La capitale catalana offre una vasta gamma di locali notturni rinomatissimi, ristoranti, discoteche, night club con ogni genere di musica.

Moltissimi sono i locali che hanno una lista VIP, ma si può comunque entrare pagando l’ingresso. A Barcellona sono affollattissimi quei ristoranti che, nel dopo cena, si trasformano in night club e, per chi ama i club di jazz, la capitale ne offre davvero un’offerta variegata con concerti di grande qualità.

Per chi ama sfidare la Dea Bendata, a Barcellona si può trascorrere una serata al Casinò: qui ti attendono slot machines, black jack e roulettes.

Sei amante dell’arte gotica? Scopri il quartiere del Barrio Gotico, il famoso quartiere catalano gotico di Barcellona, rinomato per la presenza al suo interno di numerosi splendidi monumenti gotici.

Se ami la “movida”, non puoi perderti Lloret de Mar con le sue discoteche che richiamano flussi di turisti giovani e giovanissimi da tutta Europa.

La maggior parte delle discoteche di Lloret de Mar sono concentrate in un’unica zona: lungo l’Avenue Just Marlès Vilarrodona è possibile trovare tantissime discoteche in cui poter ballare musica commerciale, house music ed incontrare i più celebri dj del panorama della musica internazionale.

Cosa vedere a Catalogna: conclusioni finali

Come avrete capito dopo aver letto cosa vedere a Catalogna, le spiagge da visitare, le spiagge della Regione della Catalogna sono dei veri gioielli che non ti lasceranno indifferenti.

I gioielli e le mete predilette dai turisti sono la Costa Brava, con le distese sabbiose di Blanes, acque cristalline premiate dalla Comunità Europea con la Bandiera Blu, oltre alla Costa Dorata ed alla Costa Barcelona.

Le spiagge di Lloret de Mar sono veramente rinomate e prese d’assalto dai turisti, poco indicate se vuoi fare una vacanza all’insegna del relax.

Le spiagge di Tossa de Mar, premiate con la Bandiera Blu della Comunità Europea sono pulite, ordinate e con un acqua cristallina; qui puoi praticare ogni tipologia di sport acquatico.

Le spiagge di Sant Feliu de Guixols sono spiagge adatte a chi vuole immergersi nella tranquillità e nel relax, a pochi passi dall’hotel, B&B ed ogni altro locale ricettivo e di ristorazione.

Insomma, la Catalogna è una bellissima regione ricca nel senso più ampio della parola, dove il litorale è veramente paragonabile a quello del sud dell’Italia.

Pronti per fare un bel Tour della Catalogna? Prendete nota di tutte le spiagge e parti con crema solare, occhiali da sole, infradito e maschera da subacqueo.

Il divertimento ed il relax è assicurato! Buone vacanze amigos!

Marta 🙂

 

 

Commenta

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *